Kia GT4 Stinger: coupé in salsa coreana

Con 315 CV e la trazione posteriore, la Kia GT4 Stinger è pensata per la guida.

Kia GT4 Stinger: coupé in salsa coreana

Tutto su: KIA

di Valerio Verdone

14 gennaio 2014

Con 315 CV e la trazione posteriore, la Kia GT4 Stinger è pensata per la guida.

Chi l’ha detto che le auto coreane non sono emozionanti? Guardate questo concept realizzato dalla Kia per il Salone di Detroit, la GT4 Stinger, non è affascinante? Può vantare una linea mozzafiato e una meccanica pensata per gli amanti della guida.

Esteticamente la soluzione dei fari posizionati in basso, ai lati della grande calandra, colpisce lo sguardo, così come i montanti posteriori che le donano il tipico aspetto delle coupé compatte pur essendo lunga 4,31 metri. Completano il quadro un’altezza di 1,25 m e una larghezza di 1,89 m sottolineata dai gruppi ottici che si estendono ai margini della vista posteriore.

All’interno spicca la strumentazione a LED, l’assenza di maniglie, sostituite per l’occasione da due stringhe, il volante tagliato, e i montanti con delle fessure per vedere meglio la strada.

Sotto pelle troviamo un 2 litri turbo ad iniezione diretta T-GDI da ben 315 CV che, unito ad un peso di soli 1.303 kg, e ad uno sterzo con rapporto di demoltiplicazione ridotto, garantisce una guida sportiva. Ovviamente, alla dinamica del veicolo contribuisce la trazione, rigorosamente posteriore.