Audi Nanuk quattro Concept al Salone di Francoforte 2013

Al Salone di Francoforte, sorpresa di Audi, che senza alcun battage presenta la “coupé – Suv” Nanuk quattro Concept.

Audi Nanuk quattro Concept al Salone di Francoforte 2013

di Francesco Giorgi

10 settembre 2013

Al Salone di Francoforte, sorpresa di Audi, che senza alcun battage presenta la “coupé – Suv” Nanuk quattro Concept.

Con una mossa un po’ a sorpresa, Audi presenta al Salone di Francoforte – che apre oggi i battenti, per concludersi domenica 22 settembre – la Nanuk quattro Concept, studio di vettura coupé 2 posti ad alte prestazioni, sviluppata con l’intento di realizzare un “Suv – supersportivo” da esportare, magari, in un secondo momento, in alcuni Paesi (medio oriente in particolare).

Audi Nanuk quattro Concept, che si affianca all’attesa première della Sport quattro Concept e costituisce la seconda novità di rilievo dei Quattro Anelli al Salone di Francoforte, è stata anticipata nelle scorse ore dalle prime immagini ufficiali.

>> Guarda le immagini ufficiali di Audi Nanuk quattro Concept

Il corpo vettura (4,54 m la lunghezza, 1,33 m l’altezza e un “passo” di 2.710 mm, per un peso di 1.900 kg), verniciato in tinta Extreme Red e realizzato in partnership con Giugiaro Italdesign, idealmente si colloca a metà strada fra la collaudata R8 e il prototipo Italdesign Parcour che era stato esposto al Salone di Ginevra 2012. Le linee particolarmente dinamiche e “scolpite” della carrozzeria rivelano nell’essenza del progetto le finalità della Nanuk quattro Concept: appunto, lo studio di supersportiva coupé a due posti con meccanica, trasmissione e altezza minima da terra da Suv, in grado di mettere a proprio agio il conducente nei viaggi in autostrada così come nel fuoristrada (a patto di non esagerare con le escursioni “a ruote sporche”!).

La struttura, per mantenere il peso della vettura entro limiti accettabili (in modo da non influire sui consumi e sulle prestazioni) e garantire un’elevata resistenza ai carichi e solidità agli urti, eredita la nota intelaiatura in alluminio Asf – Audi Space Frame che già costituisce l’ossatura di Audi R8 e dei modelli alto di gamma di Ingolstadt, ed è abbinata ai pannelli carrozzeria in Cfrp (Carbon Fibre Reinforced Polymer), elementi in fibra polimerica rinforzati con fibra di carbonio.

Gli stessi materiali (Cfrp e alluminio), con l’aggiunta di rifiniture in pelle pregiata in nero, sono presenti nell’abitacolo della Nanuk quattro Concept, secondo uno stile “minimal” che mantiene l’assenza di fronzoli che si nota per l’esterno. La strumentazione (a elementi digitali) è interamente collocata davanti al conducente, al volante e sulla consolle centrale; la funzione di specchi retrovisori (esterni e centrale) viene assolta da un sistema di telecamere e monitor.

Sottopelle“, vale a dire a livello di motorizzazione, trasmissione e assetto, Audi Nanuk quattro Concept viene equipaggiata con il collaudato turbodiesel 5.0 V10 Volkswagen, qui dotato di doppia sovralimentazione, pompa dell’olio a portata variabile e fasatura variabile continua delle valvole a sistema Audi Valvelift System, che raggiunge una potenza dichiarata di 544 CV e ben 1.000 Nm di coppia massima già a 1.500 giri/min. Al V10 bi-turbodiesel Vw è abbinato il classico cambio S tronic a 7 rapporti, che agisce sulla trazione integrale permanente “quattro”, e denuncia un consumo a ciclo medio di 7,8 litri di [glossario:gasolio] per 100 km.

L’assetto, dalle caratteristiche tipicamente sportive (alcune soluzioni sono state ereditate dal motorsport) comprende sospensioni a doppi triangoli sovrapposti a tecnologia Adaptive Air che modifica in maniera costante l’altezza da terra in base alle condizioni istantanee di marcia attraverso l’analisi dei dati elaborata dal sistema infotainment e dal Gps installati a bordo (la “luce” minima scende fino a 30 mm e sale fino a 50 mm). Il retrotreno è stato equipaggiato con il dispositivo di sterzata “Integral Steering“. I cerchi da 22″, montano pneumatici da 235/50-22 all’anteriore e 295/45-22 al posteriore.