Citroen Cactus Concept: svelati tutti i dettagli

Pronta a stupire il pubblico del Salone di Francoforte, questa concept para gli urti con speciali cuscinetti d’aria e consuma pochissimo carburante.

Citroen Cactus concept

Altre foto »

Se c'è un costruttore al mondo capace di stupire per l' originalità dei propri modelli, quello è sicuramente Citroen che rispettando la propria tradizione si prepara a conquistare il pubblico dell'imminente Salone di Francoforte 2013 (12-22 settembre) con l'estrosa Cactus concept.

>> Guarda le immagini ufficiali della Citroen Cactus Concept

Apre la strada ai futuri modelli C-Line

Derivata dall'omonimo prototipo presentato nel 2007, la nuova Citroen Cactus Concept sfoggia un design futuristico abbinato a soluzioni tecniche del tutto particolari, come l'assenza dei cristalli laterali, del lunotto, del montante centrale, ma non per questo risulta lontana da una produzione in serie, considerando il fatto che il modello anticipa le forme del futuro crossover della Casa francese, atteso nel 2014 e contemporaneamente apre la strada alla nuova linee di vetture firmate Citroen e battezzate C-Line.

Questa nuova linea di modelli, di cui farà parte la Cactus, affiancheranno le più ricche e sportive DS, ma non saranno un ripiego low cost: il Costruttore infatti considera le future vetture marchiate C-Line delle auto "intelligent cost", ovvero delle automobili offerte ad un prezzo alla portata di molti e caratterizzate da soluzioni tecnologiche all'avanguardia e dotate di un alto grado di personalizzazione che potrà essere effettuato direttamente dal concessionario e non in fabbrica, a tutto beneficio dei tempi di consegna e dei costi di produzione.

Para gli urti con cuscini ad aria

La prima cosa che colpisce della Cactus è il suo aspetto morbido e arrotondato che nasconde una lunghezza di 4,25 metri, ma contemporaneamente robusto e resistente. Questo effetto è merito anche dei anche dai generosi paraurti, chiamati a proteggere la carrozzeria della vettura, grazie all'uso di pannelli in poliuretano che contengono delle camere d'aria (airbump), inserite a loro volta negli angoli della parte frontale, nelle fiancate e nella coda della vettura. L'altezza particolarmente rialzata (21 cm dal suolo) e le grandi ruote in lega da 21 pollici, donano infine un aspetto quasi fuoristradistico e una sensazione di guardare un mezzo "inarrestabile".

Abitacolo semplice e tecnologico

L'abitacolo, spazioso e soprattutto molto luminoso grazie all'assenza dei cristalli e alla presenza del tetto panoramico, ha un'aria moderna, ma nello stesso tempo pulita e quasi rigorosa, con i principali comandi, compresi quelli della climatizzazione, raccolti nel grande schermo centrale dedicato al sistema multimediale (di tipo Touch) e nella strumentazione digitale raccolta dietro il volante dalla forma compatta. Al contrario delle altre vetture, la Cactus ospita i suoi passeggeri in due comodi divani posizionati nella parte anteriore e posteriore dell'abitacolo.

Tecnologia Hybrid Air per consumare meno

La meccanica della Citroen Cactus sfrutta un propulsore tre cilindri a benzina abbinato al sistema Hybrid Air: un dispositivo che utilizza la compressione e l'espansione di olio e aria per recuperare l'energia e di conseguenza diminuire consumi ed emissioni inquinanti.

Se vuoi aggiornamenti su CITROËN inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Donnici | 05 settembre 2013

Altro su Citroën

Citroen SpaceTourer, multi-spazio ricca di qualità
Aziendali

Citroen SpaceTourer, multi-spazio ricca di qualità

Spazio e comfort non mancano e non penalizzano prestazioni e sensazioni di guida, simili a quelle che si ricevono dai monovolume dalle "taglie forti".

Citroen C-Zero: la prova su strada
Prove su strada

Citroen C-Zero: la prova su strada

Compatta e agile nel traffico, è perfetta per la città e i viaggia comodi in quattro adulti. L’autonomia non supera i 100 km.

Citroen: le novità al Motorshow di Bologna 2016
Anteprime

Citroen: le novità al Motorshow di Bologna 2016

Citroen sarà presente alla kermesse bolognese con le sue ultime novità affiancate dai modelli che hanno scritto la storia del marchio.