Project SST-77: l'Alpine che viene dal Messico

Negli anni 60 e 70 era Dinalpin e costruiva su licenza le A110. Oggi l'idea rivive con la Project SST-77, prima GT al 100% messicana.

Project SST-77: primi teaser della nuova Alpine messicana

Altre foto »

Il ritorno del marchio Alpine - atteso per l'immediato futuro con la A110-50 concept a motore centrale Mégane Trophy V6 3.5 realizzata da Renault in collaborazione con Caterham per la parte telaistica - dà già il via alle concept da realizzare "su licenza" (o quasi). E si tratta di un programma che segue fedelmente la storia del marchio di Dieppe: negli anni 60 e 70, per ammortizzare le spese di produzione, Jean Rédélé - fondatore di Alpine - aveva concesso licenze di produzione in Bulgaria (Bulgaralpine), Spagna (Renault - Fasa), Brasile (Willys Overland Interlagos) e Messico (Dinalpin).

È proprio dal Messico che, in questi mesi, prende forma un progetto parallelo che mantiene la "A" di Alpine nel cuore. Ma, questa volta, senza alcun legame con l'ancora giovanissima "nuova Alpine". Si tratta della Project SST-77, concept - finora sulla carta - di GT a due posti, di dimensioni compatte, da realizzare in piccola serie e che porta in dote l'ambiziosa idea di prima GT completamente made in Mexico.

>> Guarda i teaser della Project SST-77

La vettura, allo studio da alcuni mesi, possiede un padre nobile: il progetto, infatti, si deve a Miguel Himenez, che all'epoca della licenza Dinalpin faceva parte del gruppo di tecnici responsabili dello sviluppo della licenziataria Alpine per il Messico. Anche l'ubicazione della factory di produzione sa di storia: "Mexican Auto Design", il quartier generale dell'operazione, si trova a Ciudad Shagun, dove nel 1962, negli stabilimenti Dina (Diesel Nacional) prese il via l'avventura Dinalpin.

I dettagli tecnici non sono ancora stati resi noti. Dalle prime dichiarazioni dei responsabili di "Mexican Auto Design" (e in particolare di Miguel Angel Castaneda, titolare dell'atelier e autore dei teaser), si sa soltanto che la SST-77 viene concepita come una coupé - GT di piccole dimensioni (lunghezza sui 4 metri, o qualcosa di meno), a motore centrale di cilindrata medio-piccola ma montato più verso il retrotreno, carrozzeria interamente in vetroresina, porte dall'apertura ad ali di gabbiano e telaio a trave centrale.

Una vettura, dunque, più vicina all'immagine classica di Alpine anche rispetto alla attuale concept A110-50, che monta il 3.5 V6 della Renault Mégane Trophy. Questo, secondo il tecnico messicano Miguel Jimenez, si deve al fatto che il prototipo è stato progettato partendo, né più né meno, da una Dinalpin A110 dell'epoca completamente ricostruita.

Nulla si sa ancora riguardo ai tempi di realizzazione: i responsabili del progetto hanno dichiarato... di non avere fretta.

Se vuoi aggiornamenti su PROJECT SST-77: L'ALPINE CHE VIENE DAL MESSICO inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Giorgi | 09 aprile 2013

Vedi anche

Smart ForFood: l’auto incontra la cucina di Davide Oldani

Smart ForFood: l’auto incontra la cucina di Davide Oldani

Un esemplare unico per il Motor Show di Bologna per cucinare su 4 ruote.

Buick Velite: crossover ibrido plug-in al Salone di Guangzhou

Buick Velite

Alla rassegna cinese di novità automotive, il marchio premium per General Motors espone una inedita crossover sportiva ibrida ricaricabile.

Subaru Viziv-7 Concept al Salone di Los Angeles

Subaru Viziv-7 Concept al Salone di Los Angeles

Il prototipo del SUV giapponese al Salone di Los Angeles