Kia Provo Concept al Salone di Ginevra

Un prototipo di "compatta urbana" sportiva e ibrida che il marchio coreano presenterà a Ginevra insieme a Pro-Ceed'd GT.

Kia Provo Concept a Ginevra 2013

Altre foto »

Tre metri e ottanta di linea volutamente aggressiva; ampio utilizzo di materiali leggeri e fibra di carbonio per il corpo vettura; accenni racing nell'impostazione delle forme esterne e dell'abitacolo; alimentazione ibrida che agisce sui due assi, anteriore e posteriore.

Ecco le caratteristiche principali che concorrono a formare la carta d'identità di Kia Provo, inedita concept di vettura appartenente al segmento B premium compatta e sportiva che il marchio coreano mostrerà al pubblico - insieme a Kia Pro_Cee'd GT - all'imminente Salone di Ginevra 2013.

Si tratta di un esercizio stilistico sviluppato per anticipare la filosofia di design di Kia per l'immediato futuro, che si può idealmente collocare come concorrente di Audi A1, Citroen DS3 e Mini Paceman: un'immagine "premium" da destinare alla gamma delle prossime citycar compatte e a un inedito SUV di piccole dimensioni.

>> Guarda le immagini in anteprima di Kia Provo Concept

Le forme del corpo vettura (3,88 metri di lunghezza; 1,77 m di larghezza e 1,35 m di altezza) mettono infatti in mostra un disegno frontale "a tigre", i gruppi ottici anteriori a Led che possono funzionare anche come luci diurne, un'ampia presa d'aria inferiore circondata da due sottili spoiler, parabrezza e lunotto molto inclinati, linea di cintura alta, finestratura laterale sottile, larghi passaruota dai codolini a profilo arrotondato che abbracciano quattro grandi cerchi da 19".

Anche l'abitacolo è stato studiato per offrire un'immagine innegabilmente "muscolosa". Questa sensazione si avverte già dall'analisi dei rivestimenti in pelle nera dalle cuciture a trapunta per i sedili (che sono fissi) e l'ampio rigonfiamento - poggiabraccio fra essi; dalla fibra di carbonio impiegata per la plancia all'impostazione in doppia tinta nero - cromato per la strumentazione (compreso il display multimediale per il dispositivo infotainment) e per il selettore del cambio.

Altrettanto interessante è la scelta della propulsione, che alla ricerca delle prestazioni e dell'attenzione a consumi ed emissioni abbina un'unità termica turbocompressa a un motore elettrico. Più nel dettaglio, sotto il cofano anteriore trova posto il 1.6 turbo a iniezione diretta da 204 CV che equipaggia anche Pro_Cee'd GT, mentre sul retrotreno agisce un motore elettrico da 45 CV che entra in funzione quando le condizioni di marcia necessitano di maggiore potenza complessiva e può anche funzionare in maniera autonoma, per piccoli spostamenti cittadini. La trazione è, dunque, integrale; la trasmissione viene comandata da un cambio robotizzato a 7 rapporti e doppia frizione.

Se vuoi aggiornamenti su KIA inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Giorgi | 04 marzo 2013

Altro su KIA

Kia Optima GT, ibrida plug-in e Sportswagon: primo contatto
Ultimi arrivi

Kia Optima GT, ibrida plug-in e Sportswagon: primo contatto

La famiglia della Optima spazia dalla versatile Sportwagon alla parsimoniosa ibrida plug-in, senza dimenticare la sportività della versione GT.

Kia Niro 2016: il SUV coreano diventa ibrido
Ultimi arrivi

Kia Niro 2016: il SUV coreano diventa ibrido

L'inedito crossover ibrido della Casa di Seul si fa apprezzare per la sua dotazione tecnologica che fa da contorno ad una sofisticata meccanica.

Kia Rio 2017: ecco la nuova piccola coreana
Anteprime

Kia Rio 2017: ecco la nuova piccola coreana

La coreana si svela prima del Salone di Parigi in un'anteprima mondiale a Francoforte.