Aston Martin: vedremo una Cygnet V12?

Aston Martin vorrebbe installare il 5.9 litri (V12 Vantage) nel minuscolo corpo vettura della Cygnet. Sarà vero?

Aston Martin Cygnet Model Year 2012

Altre foto »

Che gli appassionati inglesi siano maestri nell'arte dell'engine swapping è risaputo. D'altro canto, cosa può fare nel proprio garage un patito dell'automotive, nelle fredde e piovose serate autunnali e invernali, se non  sostituire il motore di un'auto con l'unità proveniente da un modello differente, che il più delle volte non c'entra nulla con le caratteristiche della prima? In fondo, questo è il bello: trovare una nuova sfida con sé stessi e con la propria abilità meccanica, assemblando... un pezzo di qua e uno di là.

Il fatto è che di solito questo è un sottile piacere che si riservano i privati. Molto raramente (quasi mai) le Case auto ufficiali. Ci sono casi, a quanto pare, che fanno storia a sé.

Non abbiamo idea di come faranno; tuttavia, secondo alcune indiscrezioni che compaiono in questi giorni sul Web, i tecnici Aston Martin possiedono, nel cassetto, un progetto che definire bizzarro è ancora poco: equipaggiare la già particolare Cygnet (primo esempio nella produzione automobilistica mondiale di citycar luxury, per di più venduta a prezzi da orologeria) con il proprio V12 da 5,9 litri.

L'esperimento è stato reso noto, in questi giorni, da Autocar; la fonte, dunque, non è ufficiale. E non sarebbe da stupirsi se si trattasse di una "bufala". Tanto più che si sta parlando di mettere un V12 Aston Martin (quello, per dire, che equipaggia la V12 Vantage) nel minuscolo corpo vettura della Cygnet, versione esclusiva e siglata Aston Martin della più popolare Toyota iQ.

Una vettura che, "fuori tutto", misura appena 3,07 m di lunghezza. Come dire: meno del passo della BMW Serie 7.

Secondo Autocar, Aston Martin possiederebbe "Uno studio di fattibilità", che evidenzierebbe come "Il V12 da 5,9 litri può essere alloggiato nel mini - vano motore della Cygnet senza profonde modifiche". La stessa fonte mette in evidenza come gli aggiornamenti necessari per gestire i 510 CV di potenza e l'enorme coppia del V12 presentino "Difficoltà oggettive, ma non insormontabili".

Abbiamo riportato la notizia per pura curiosità; ovviamente non siamo in grado di sapere se l'esperimento avrà un seguito. In ogni caso, non resta che aspettare.

Se vuoi aggiornamenti su ASTON MARTIN CYGNET inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Giorgi | 26 ottobre 2012

Altro su Aston Martin Cygnet

Aston Martin Cygnet: terminata la produzione
Mercato

Aston Martin Cygnet: terminata la produzione

La lussuosa citycar del marchio britannico realizzata sulla base della Toyota iQ esce di produzione a causa delle scarse vendite.

Aston Martin Cygnet by Kahn
Tuning

Aston Martin Cygnet by Kahn

Arriva dalla Gran Bretagna, precisamente da Kahn, una reinterpretazione in chiave sportiva della Aston Martin Cygnet, la piccola citycar di lusso.

Aston Martin: la Cygnet è stata un insuccesso
Mercato

Aston Martin: la Cygnet è stata un insuccesso

Il presidente di Aston Martin, Bez, ammette le difficiltà sul mercato della Cygnet, penalizzata da bassi volumi di produzione e dalla poca pubblicità.