Volkswagen Polo R WRC al Worthersee 2012

Volkswagen ha presentato al Worthersee 2012 due prototipi su base Polo: la versione da rally Polo R WRC e la variante stradale WRC R Street.

Volkswagen Polo R WRC al Worthersee 2012

di Giuseppe Cutrone

18 maggio 2012

Volkswagen ha presentato al Worthersee 2012 due prototipi su base Polo: la versione da rally Polo R WRC e la variante stradale WRC R Street.

Tra le diverse novità che Volkswagen ha presentato al Worthersee Tour 2012 ci sono due prototipi che anticipano le due nuove anima della Volkswagen Polo, la compatta rivista profondamente in chiave corsaiola che si prepara a dire la sua anche sui percorsi del campionato del mondo rally WRC.

A questa edizione del Worthersee, l’evento annuale in corso si svolgimento in Austria, la casa tedesca ha mostrato le immagini e i primi dettagli della Volkswagen Polo R WRC Concept, cioè il prototipo che anticipa la vettura che dal 2013 sarà impegnata in diverse gare del WRC (World Rally Championship) e che sarà spinta da un propulsore a benzina 1.6 TSI da 300 cavalli, in grado di assicurare un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 4,1 secondi e sufficiente a far dire al capo dello sviluppo Volkswagen, Ulrich Hackenberg, che questa “è la Polo più scattante di sempre”.

Meno estremo della Polo R WRC, ma pur sempre molto “pepato”, è infine l’altro prototipo su base Polo visto al Worthersee, cioè la Volkwsagen Polo R WRC Street, una concept che anticipa una futura variante sportiva destinata all’uso in strada che ha già ricevuto l’approvazione dei vertici di Wolfsburg per debuttare sul mercato nel 2013.

La fonte di ispirazione della Polo R WRC Street è ovviamente la vettura che Volkswagen manderà a correre nei rally, dalla quale cambiano diversi elementi estetici, con dimensioni del corpo vettura più contenute ed elementi aerodinamici meno “spinti”, ma impregnata ugualmente di un notevole tocco sportivo, con interni che puntano su rivestimenti in pelle e Alcantara per i sedili e per la corona del volante.

La Polo R WRC Street sarà disponibile solamente in versione 3 porte, mentre sotto al cofano non ci sarà il 1.6 della versione da corsa bensì un 2.0 TSI a benzina che eroga una potenza massima di 220 cavalli.

Il cambio scelto dai tecnici è un DSG robotizzato a doppia frizione, a cui si aggiungono l’assetto specifico è l’impianto frenante potenziato rispetto a quello comunemente impiegato sulle altre versioni stradali della Polo.