Volkswagen E-Bugster: un Maggiolino elettrizzante

A Pechino il concept elettrico su base Maggiolino Volkswagen in versione scoperta.

Volkswagen E-Bugster: un Maggiolino elettrizzante

di Valerio Verdone

24 aprile 2012

A Pechino il concept elettrico su base Maggiolino Volkswagen in versione scoperta.

Come sarà il Maggiolino Cabrio del futuro? Basso, largo e particolare nelle finiture, sono questi gli indizi che emergono dal salone di Pechino, dove la versione elettrica del famoso modello VW è stata mostrata in versione aperta. Si tratta del concept E-Bugster, un prototipo basato sul nuovo Maggiolino che rappresenta il preludio alla variante aperta di questo remake interpretato dal centro stile della Casa tedesca.

Con il parabrezza dall’altezza limitata, i grandi passaruota capaci di nascondere i cerchi da 20 pollici, e una cromatura che si estende dagli specchi retrovisori alla parte posteriore, la E-Bugster è un prototipo ad effetto e possiede un’aria sportiva e raffinata che piace agli automobilisti del Vecchio Continente.

Anche gli interni con due posti secchi e la copertura che nasconde il comparto batterie sono a dir poco esuberanti. Infatti, il gioco di tinte bianconere si sposa perfettamente con il corpo vettura così come le scenografiche luci interne. Volendo c’è un hard-top per coprirsi durante i mesi invernali che garantisce un’ampia visibilità posteriore grazie al lunotto di grandi dimensioni.

Al posto del motore convenzionale, almeno per questo esemplare, troviamo un propulsore elettrico, capace di 116 CV che pesa solamente 80 kg e consente a questo Maggiolino speciale di toccare i 100 km/h in 10,8 secondi. L’autonomia stimata è di 180 km, mentre il tempo di ricarica presso una colonnina è di soli 35 minuti. Ovviamente, nella versione destinata al grande pubblico quest’unità lascerà il posto agli efficienti TSI ed ai risparmiosi TDI già presenti nella gamma VW.