Lamborghini Aventador J Concept

Lamborghini presenta al Salone di Ginevra una Aventador barchetta prodotta per un facoltoso cliente.

Lamborghini Aventador J Concept

di Simonluca Pini

07 marzo 2012

Lamborghini presenta al Salone di Ginevra una Aventador barchetta prodotta per un facoltoso cliente.

La Lamborghini Aventador J conquista il premio del modello più costoso presentato all’edizione 2012 del Salone di Ginevra. Prodotta in un singolo esemplare per un misterioso cliente, la versione speciale della Aventador è stata venduta dal costruttore emiliano ad un prezzo superiore ai 2 milioni di euro. La sigla J si rifà alla storia dei modelli prodotti a Sant’Agata Bolognese e al mondo delle corse, richiamando la memoria alla Miura Jota (la lettera J in spagnolo si pronuncia jota) e all’allegato “J” della FIA, la parte del regolamento della federazione dove vengono descritte la caratteristiche delle vetture da competizione.

Si guida con il casco

La nuova Lamborghini Aventador J perde il tetto rispetto al modello di serie e acquista una carrozzeria da “barchetta”. Sprovvista di parabrezza, sostituito da due deflettori trasparenti, la supercar emiliana va guidata indossando il casco e proteggendosi con il corretto abbigliamento tecnico. All’anteriore la Aventador J, come svelato dalle immagini ufficiali, guadagna un nuovo spoiler in fibra di carbonio e al posteriore il generoso estrattore d’aria ospita i quattro terminali dell’impianto di scarico. Lunga 4.89 metri e larga 2.03 (specchi esclusi), la Jota è “alta” solamente 1.11 metri.  Come sul modello in commercio le portiere si aprono verso l’alto mentre i cerchi in lega monodado sono da 20 pollici all’anteriore e 21 al posteriore.

Rinuncia al clima in nome della leggerezza

Nata con l’obiettivo di diventare la Lamborghini aperta più radicale della storia del marchio, l’abitacolo della è stato spogliato da radio, climatizzatore e sistema di navigazione per ridurre il peso complessivo. Dotata di due schermi TFT programmabili dietro al volante,  gli interni della Aventador J portano al debutto su una vettura il CarboSkin utilizzato per i sedili e rivestimenti; si tratta di uno speciale materiale tessile in fibra di carbonio intrecciata capace di garantire morbidezza e resistenza allo stesso tempo. A completare l’opera ci pensa il potente V12 6.5 litri da 700 cavalli abbinato alla trazione integrale e alla trasmissione ISR.

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...