Volvo SC90 Concept

Volvo al NAIAS va oltre la crisi con un concept finora rimasto nel cassetto

Volvo SC90 Concept

di Leopoldo Canetoli

18 gennaio 2009

Volvo al NAIAS va oltre la crisi con un concept finora rimasto nel cassetto

.

Disegnata da Nouphone J.Bansanine nel periodo in cui lavorava per Volvo, la SC90 era stata pensata per completare la gamma della Casa svedese nella categoria delle supercar a quattro porte, per poter competere con Aston Martin Rapide, Porsche Panamera e Maserati Quattroporte.

Dalle linee avveniristiche, profilo slanciato, questo prototipo rappresenta un passo importante per una azienda come Volvo, che sino a pochi anni fa produceva berline piuttosto squadrate.

La mia proposta – spiega il designer – parte dalla tendenza sempre più attuale, di realizzare super coupé a quattro porte per il 2015“. E le sue speranze sono che la SC90 diventi un modello simbolo per Volvo, e possa riportare il marchio a realizzazioni di passione ed emozione.

Utilizzando superfici concave e convesse, la SC90 porta all’estremo il concetto di coupé a quattro porte. Bansanine spiega tutto ciò come “una più complessa e fresca lettura” dello stile classico.

Mentre il profilo di questa concept sembra essere una combinazione tra classico e moderno, con cerchi massicci che sbucano da ampi passaruota, l’immagine è di una vettura del 21° secolo.

Gruppi luce anteriore aggressivi piazzati al lato di un muso dotato della classica calandra Volvo ben si armonizzano con prese d’aria laterali. Più tradizionale la coda, un po’ stile anni ’30, aggiornata da una fanaleria avvolgente, al di sopra dei doppi scarichi che sbucano dal rotondo diffusore.

Rimarrà sulla carta oppure, passata la crisi con Ford che medita sulla cessione del marchio svedese, la vedremo finalmente su strada?