Volkswagen Buggy Up al Salone di Francoforte

La stravagante Buggy UP rispolvera il mito delle mitiche Dune Baggy che popolavano le spiagge californiane degli anni ’60.

Volkswagen Buggy Up al Salone di Francoforte

di Francesco Donnici

15 settembre 2011

La stravagante Buggy UP rispolvera il mito delle mitiche Dune Baggy che popolavano le spiagge californiane degli anni ’60.

Tra le sei novità presentate da Volkswagen al Salone di Francoforte, derivate dalla concept Up! e appartenenti alla famiglia di veicoli battezzata New Small Family, spicca sicuramente lo stravagante prototipo Buggy Up: modello che si rifà all’originale Buggy degli anni ’60, realizzato utilizzando la meccanica e piattaforma del mitico Maggiolino.

Lunga 3,584 metri, larga  1,672  e alta (o meglio “bassa”) solo 1,288 metri, la Buggy UP  sfoggia le forme di una scoperta a due posti, dotata di enormi pneumatici 205/40 che avvolgono cerchi in lega da 18 pollici. Sotto la “pelle” della vettura si nasconde un sofisticato telaio in acciaio leggero, abbinato ad un pianale rinforzato e ribassato di 20 mm. La carrozzeria inoltre risulta priva di portiere e montanti, per questo motivo è stata rinforzata in più punti e sono stati installati dei roll bar a ridosso dei sedili.

Come tutte le Dune Buggy che si rispettino, anche la Buggy Up si distingue per il suo abitacolo resistente alle intemperie e per il baricentro estremamente basso che regala alla vettura una posizione di guida molto simile a quella di un go-kart. La meccanica invece viene interamente ripresa dalla Volkswagen Up! da cui deriva: sotto il cofano è stato installato il 3 cilindri 1.0 FSI a benzina declinato nei livelli di potenza da 60 CV e 75 CV, mentre nella versione bifuel benzina-metano sviluppa  68 CV.