Citroen Tubik Concept al Salone di Francoforte 2011

Citroen presenta a Francoforte l’erede della Citroen Tub. La nuova Tubik Concept è pronta a stupire grazie al design e alle soluzioni adottate.

Citroen Tubik Concept al Salone di Francoforte 2011

Tutto su: Citroën

di Simonluca Pini

05 settembre 2011

Citroen presenta a Francoforte l’erede della Citroen Tub. La nuova Tubik Concept è pronta a stupire grazie al design e alle soluzioni adottate.

Lo stand Citroen al Salone di Francoforte è pronto ad ospitare la nuova Tubik, innovativo van ibrido a trazione integrale e capace di ospitare fino a nove passeggeri a bordo.

Inspirato al rivoluzionario Citroen Tub del 1939, mezzo commerciale utilizzato per il trasporto di materiali o persone, il nuovo Citroen Tubik si presenterà al pubblico della manifestazione tedesca con una linea avveniristica e imponente (lungo 4.80 metri, alto e largo 2 m), caratterizzata da una speciale verniciatura argento, dalle telecamere al posto degli specchietti retrovisori e dall’ampia superficie dei finestrini laterali.

Per salire a bordo della Citroen Tubik si dirà addio alle soluzioni convenzionali: i passeggeri saliranno a bordo del van francese tramite una grande porta laterale incernierata sul tetto, in grado di garantire la massima praticità. L’abitacolo realizzato per nove persone dispone di tre fili di sedili, tutti rimovibili singolarmente: le sedute della fila centrale si possono ripiegare completamente, creando così un grande letto matrimoniale, e i due sedili accanto al guidatore possono essere ruotati di 180 gradi.

Accessoriata con una lunga lista di dotazioni tecnologiche a bordo, la nuova Citroen Tubik concept è all’avanguardia anche per quanto riguarda la motorizzazione scelta. Il van francese adotta lo schema meccanico Hybrid4 a trazione integrale, dove troviamo il motore termico 2.2 HDI da 204 cavalli accoppiato ad un motore elettrico e abbinato ad un cambio automatico a sei rapporti. Capace di percorrere fino a 30 km in modalità completamente elettrica, emettendo così zero emissioni nocive nell’aria, grazie alla funzionalità plug-in le batterie agli ioni di litio possono essere ricaricate tramite una normale presa di corrente da 220 volt.