Mercedes Benz Citaro G BlueTec Hybrid, il futuro ecologico degli autobus

L’autobus ibrido prodotto da Mercedes è equipaggiato con batterie al litio e monta un motore di soli 4.8 litri

Mercedes Benz Citaro G BlueTec Hybrid, il futuro ecologico degli autobus

di Redazione

11 aprile 2009

L’autobus ibrido prodotto da Mercedes è equipaggiato con batterie al litio e monta un motore di soli 4.8 litri

.

Più di 250 clienti provenienti da 15 Paesi hanno avuto, di recente, l’opportunità di sperimentare in prima persona il Mercedes-Benz Citaro G BlueTec Hybrid, un autobus articolato ibrido (diesel/elettrico  di tipo seriale)  unico nel suo genere, in occasione dei primi test pubblici svolti in Germania.

Del nuovo autobus urbano, snodato e lungo ben 18 metri, si sono fatte apprezzare una serie di caratteristiche tra cui le basse emissioni e la silenziosità garantita dai 4 motori elettrici inseriti nei mozzi delle ruote, alimentati dal più grande pacchetto di batterie agli ioni di litio mai visto prima d’ora in un veicolo terrestre. Queste batterie, montate sul tetto ed esenti da manutenzione, sono in grado di stoccare l’energia sia dal generatore diesel sia recuperandola in frenata.

Il motore diesel è utilizzato infatti esclusivamente per la ricarica e non per la trazione; sviluppato nell’ottica del downsizing, si tratta di una unità di 4,8 litri 6 cilindri in linea, in sostituzione dei tradizionali 12 litri utilizzati comunemente. Con un peso di soli 450 kg, ha permesso di risparmiare circa una tonnellata di massa, a vantaggio, ovviamente, dei consumi. Le batterie agli ioni di litio pesano complessivamente 350 Kg ed assicurano una potenza costante ed immediata di 320 kW, più che sufficiente anche per questo genere di veicolo. Di conseguenza il nuovo Citaro riduce il fabbisogno di gasolio fino al 30%, con una conseguente riduzione anche delle emissioni di CO2.

Il Gruppo stima che il volume di mercato degli ibridi supererà i 10 miliardi di euro nel prossimo decennio e che entro il 2020 circoleranno, nella sola Germania, almeno un milione di auto elettriche; per questo motivo auspica il sostegno de del settore pubblico affinché vengano finanziati tali progetti che, conti alla mano, richiedono investimenti superiori di circa 1/3 rispetto ai veicoli tradizionali.