Piaggio: come cambia il Porter 2011

Il Porter gamma 2011 si dota di nuovi motori 2 e 4 cilindri diesel e benzina, ma punta anche sulla versione elettrica. Da 11.600 euro.

Piaggio: come cambia il Porter 2011

di Lorenzo Stracquadanio

28 gennaio 2011

Il Porter gamma 2011 si dota di nuovi motori 2 e 4 cilindri diesel e benzina, ma punta anche sulla versione elettrica. Da 11.600 euro.

Quattro ruote e due cilindri. Con questa formula “mamma” Piaggio ha dato una ventata di novità alla gamma di motorizzazioni del suo Porter, veicolo commerciale compatto che viene realizzato negli stabilimenti di Baramati, in India, dalle cui catene di montaggio sono stati “sfornate” ben 100mila unità.

Piaggio ha infatti introdotto due nuovi propulsori per la gamma 2011, entrambi Euro 5: un bicilindrico P120 turbodiesel da 1,2 litri – in grado di garantire bassi consumi ed emissioni ridotte – e un benzina 4 cilindri 1.300 cc con tecnologia Multitech.

Proprio il nuovo 4 cilindri è la base dei propulsori misti benzina-Gpl (Bi-Fuel Eco-Power) e benzina-metano (Green-Power). Da non dimenticare infine le versioni elettriche Porter Electric-Power destinate all’utilizzo prettamente urbano che tanto piacciono alle municipalità europee sensibili all’impatto ambientale (in Europa sono state commercializzate in circa 5mila unità).[!BANNER]

Il nuovo Porter inoltre è stato equipaggiato con sistemi di sicurezza attiva quali Abs ed Ebs, senza dimenticare i cerchi da 13 pollici. I prezzi – Iva esclusa – partono da 11.600 euro del benzina MultiTech per arrivare ai 12mila euro del diesel P120. Il fratello maggiore Porter Maxxi va invece dai 14.400 euro del MultiTech ai 14.540 euro del diesel P120. Più cara infine le versione Porter Electric-Power, disponibile a partire da 22.890 euro.