Il nuovo Mercedes Sprinter avrà una versione elettrica

Mercedes Vans investirà nella fabbrica di Dusseldorf ben 300 milioni di euro per produrre l’inedita generazione dello Sprinter.

Il nuovo Mercedes Sprinter avrà una versione elettrica

di Francesco Donnici

17 luglio 2017

Lo stabilimento Mercedes di Dusseldorf, dove in 55 anni si sono prodotti oltre 4 milioni di Van, è un vero e proprio fiore all’occhiello dell’industria automobilistica tedesca ed europea. Questa fabbrica, scelta come impianto principale per la produzione del Mercedes Sprinter, vanta tecnologie e processi particolarmente sofisticati e moderni, senza dimenticare la cura maniacale per la qualità.

Per la  fabbrica di Mercedes Vans arriva oggi un’importante svolta, considerando che in questo impianto verrà prodotto anche il nuovo Sprinter dotato di trazione elettrica: si tratta di una decisione molto importante che apre nuovi ed interessanti scenari per il futuro di questo stabilimento.

“Oggi scriviamo una nuova pagina di storia, che conferma ancora una volta il binomio Sprinter e Düsseldorf. I motori elettrici rappresentano una tecnologia cruciale per il trasporto urbano, soprattutto nel trasporto merci. – ha dichiarato Frank Klein, Responsabile Operations dello stabilimento Mercedes-Benz Vans che ha aggiunto – Tanto più importante e strategico è quindi l’accordo che prevede che qui venga prodotto anche il nuovo Sprinter a propulsione elettrica. Questa decisione ci consente di tutelare lo stabilimento principale dello Sprinter anche negli anni a venire e di renderlo ancora più idoneo alle sfide del futuro.”

Nel prossimo futuro, Mercedes Vans ha deciso che investirà oltre 150 milioni di euro per sviluppare e realizzare le versioni elettriche della sua gamma di veicoli commerciali rappresentati da i modelli Vito e Sprinter. Mercedes Vans potrà inoltre sfruttare le tecnologie del sistema modulare già utilizzato dalla divisione automobili della Casa di Stoccarda, approfittando così dei benefici di un’economia di scala che permette di ridurre sensibilmente costi e tempi di produzione.

Entrando nello specifico, a Dusseldorf verranno investiti ben 300 milioni di euro per produrre l’inedita generazione dello Sprinter. I dipendenti saranno opportunatamente qualificati con specifici programmi per realizzare il nuovo Sprinter elettrico ed imparare nuovi processi tecnologici. Ci sarà inoltre un ulteriore aumento dell’efficienza della produzione ed un incremento della flessibilità del lavoro stabilito da specifici accordi siglati dall’azienda tedesca e dal Consiglio di fabbrica.

Lo Sprinter elettrico parte inoltre già avvantaggiato prima della sua nascita, considerando che ha già un grande ed importante cliente, ovvero la società di trasporto e logistica Hermes. Quest’ultima ha infatti comunicato nelle scorse settimane che utilizzerà nei prossimi anni ben 1.500 van elettrici targati Mercedes – compresi quelli Sprinter – per svolgere servizi di consegna.