Toyota Prius Plug-in anche per l’Italia

Il marchio concede in leasing 5 vetture della berlina in versione ibrida e inaugura un punto di ricarica solare nel quartier generale di Roma

Toyota Prius Plug-in anche per l'Italia

Tutto su: Toyota Prius

di Lorenzo Stracquadanio

23 settembre 2010

Il marchio concede in leasing 5 vetture della berlina in versione ibrida e inaugura un punto di ricarica solare nel quartier generale di Roma

Si chiama Prius Plug-in il progetto annunciato da Toyota che da un lato prevede anche per l’Italia la distribuzione (in leasing) di una flotta di 5 vetture aziendali e dall’altro l’inaugurazione presso la sede centrale italiana del marchio nipponico (a Roma in via Kiiciro Toyoda) di un punto di ricarica solare.

L’iniziativa giunge a pochi giorni dall’inizio della commercializzazione di Auris Hsd, la prima full hybrid compatta prodotta in Europa dalla casa del Sol Levante, e rientra nella strategia di Toyota che prevede un forte impulso alla piattaforma tecnologica Hybrid Synergy Drive e alla formula Plug-in (Phv). I piani della casa infatti prevedono l’utilizzo di 600 Toyota Prius Plug-in a livello globale di cui 200 in Europa (la commercializzazione della vettura è prevista invece per il 2012).[!BANNER]

Con una capacità di produzione annua di 3.105 KWh, l’impianto fotovoltaico consente di effettuare in media 3 ricariche complete della Prius Plug-in al giorno, fino ad un massimo di 5 ricariche giornaliere in condizioni di massima irradiazione solare, quindi prevalentemente nei mesi estivi. Presso la struttura è presente inoltre una colonnina con monitor per controllare in tempo reale la quantità di energia erogata, il tempo di ricarica previsto e quante emissioni nocive sono state “risparmiate”.