Flotte, Unrae e Assilea: meno pressione fiscale

Gli ecoincentivi a beneficio esclusivo dei privati. Casadei: Occorre allineare la fiscalità ai livelli europei

Il settore delle auto aziendali è in difficoltà, molto più di quello privato. A ripeterlo ormai da mesi sono diverse organizzazioni del ramo. Fra queste anche Unrae (Unione nazionale rappresentanti autoveicoli esteri) e Assilea, Associazione italina leasing, che hanno fatto notare come la flessione del comparto nell'ultimo anno sia stata pesante: -28,2% in immatricolazioni a società, a fronte di una crescita registrata dalla controparte privata (+13,6%) che nel 2009 è riuscita a mantenere un livello di immatricolazioni complessivo in linea con quello del 2008 (la flessione infatti è stata solo dello 0,3%).

Merito ovviamente degli ecoincentivi statali, di cui però, sottolineano Unrae e Assilea, hanno beneficiato principalmente i privati. Lo dimostrano proprio i numeri relativi al leasing dove le immatricolazioni sono calate del 32% dal 2008 al 2009.

"Il calo delle aziende e del popolo delle partite Iva - spiegano Unrae e Assilea - è dovuto al fatto che mediamente dispongono di auto non rientranti nell'ambito di applicabilità degli incentivi alla rottamazione".

Come venire fuori quindi da questa situazione? Per Loris Casadei, presidente di Unrae, e Rosario Corso, suo omologo di Assilea "la dimensione del mercato delle auto aziendali in Italia non potrà facilmente avvicinarsi alle percentuali di penetrazione che si registrano su quasi tutti i principali mercati di riferimento esteri. Per raggiungere i livelli europei è infatti necessario allineare anche il costo della fiscalità delle auto che le imprese nazionali sopportano - in termini ad esempio di Iva e deducibilità degli ammortamenti o dei canoni di leasing/noleggio - a quello che viene applicato alle loro concorrenti europee".

Tra i marchi che hanno registrato nel 2009 le performance migliori nel settore del leasing compaiono in prima fila Audi e Mercedes che si contendono la leadership del mercato, seguite a breve distanza dalle altre tedesche BMW e Volkswagen. Fiat si conferma al quinto posto come numero assoluto di acquisizioni in leasing e al primo posto come numero di immatricolazioni in leasing a società di noleggio.

Da segnalare anche il progresso di Citroen, passata dalla dodicesima posizione del 2008 alla nona del 2009, risultando l'unico brand tra i primi dieci ad incrementare le autovetture immatricolate in leasing (+6,2%).

Se vuoi aggiornamenti su FLOTTE, UNRAE E ASSILEA: MENO PRESSIONE FISCALE inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Lorenzo Stracquadanio | 27 gennaio 2010

Vedi anche

Be Free: debutta il noleggio a lungo termine targato Fiat

Be Free: debutta il noleggio a lungo termine targato Fiat

L’offerta di Be Free propone una formula altamente competitiva dal punto di vista economico per chi vuole utilizzare l'auto senza pensieri.

Fiat Ducato festeggia 35 anni

Fiat Ducato festeggia 35 anni

Iniziative sui social e un video emozionale previsto dal 23 ottobre.

Volkswagen: vendite in aumento per i veicoli commerciali

Volkswagen: vendite in aumento per i veicoli commerciali

Volkswagen festeggia i buoni risultati di vendita dei suoi veicoli commerciali nel periodo compreso tra gennaio e settembre 2016.