Nuovo Ford Transit 2014: prezzi da 23.000 euro

In vendita a partire dal prossimo mese di aprile, il nuovo commerciale del Blue Ovale gioca la carta della multimedialità.

Nuovo Ford Transit 2014

Altre foto »

Che il termine furgone sia riduttivo quando si parla di veicoli commerciali, è un dato acquisito. La differenza con il mondo dell'auto si limita essenzialmente alle dimensioni. Perché la tecnologia in atto è pressoché la medesima, così come l'impostazione di guida. Il nuovo Ford Transit segna l'inizio dell'avventura globale del commerciale del colosso americano. Tanto che sarà il modello deputato a sostituire pure la mitica serie E, un must nella vita lavorativa a Stelle e Strisce. Le varianti disponibili sono praticamente illimitate, dettate da un "gioco" di passi, misure e potenze decisamente variegato. Distinguersi significa anche essere in grado di rispondere alle esigenze di un cliente che punta tutto sulla funzionalità del mezzo. Il nuovo Ford Transit, mette a segno un altro tassello nella famiglia dei veicoli commerciali Ford, designata proprio dalla denominazione Transit. In arrivo ad aprile, il lancio della gamma si completerà a novembre.

Nuovo Ford Transit: versioni per tutti i gusti

L'approccio ai veicoli commerciali è esclusivamente di tipo razionale. L'occhio vuole la sua parte, ma la ratio ha sempre il sopravvento. In questo contesto così rigoroso, si definiscono le numerose varianti di Ford Transit. Sono essenzialmente tre le tipologie di telai che mette a disposizione il commerciale Ford. Quella classica, ossia con la carrozzeria a Van, si declina secondo due misure di passo e tre lunghezze. Ci sono anche differenti opzioni di altezza del tetto. La versione M2 Bus è la prima novità di Transit, che si prepara ad insidiare un segmento, quello dei bus compatti sino a 18 posti, in cui Iveco primeggia da tempo. Due misure di passo e tre lunghezze, le medesime del modello tipo furgone. Il cerchio si chiude con la variante Chassis che vanta cinque tipologie di passo e altrettante lunghezze, senza dimenticare la possibilità di associare la cabina singola o doppia. Un'offerta capace di rispondere realmente alle esigenze di chiunque si avvicini al mondo Transit.

Interni: come in auto

La vita di bordo, pur conservando una certa razionalità, si è lasciata influenzare in maniera evidente dal mondo delle automobili. Il design e la disposizione dei comandi richiama la recente produzione Ford. Numerosi i vani messi a disposizione degli occupanti. A parte la mensola che sovrasta il parabrezza, che non vanta uno spazio da primato, la dislocazione di litri preziosi è articolata secondo una certa logica. Il guidatore può vantare una tasca appena sopra il quadro strumenti, utile per posizionarvi anche il telefono, dato che al suo interno sono posizionate la presa Usb e quella Aux. Ottima idea, non così versatile al primo impatto. Ogni operazione sarebbe bene eseguirla a veicolo fermo, perché le prese di cui sopra non sono facilmente raggiungibili. Oggetti più voluminosi trovano invece posto sotto la seduta dei sedili, dove sono stati predisposti dei veri e propri gavoni. Una presa di corrente a 230V permette di ricaricare attrezzi, notebook e telefoni, senza dover ricorrere a speciali adattatori. Per ciò che concerne la capacità del vano di carico, varia ovviamente in funzione della tipologia di veicolo scelto e in alcuni casi è in grado di "ospitare" sino a 5 europallet.

Ma il legame con l'auto, il nuovo Ford Transit lo sottolinea quando si tratta d'infotainment. È infatti disponibile il sistema di connettività e comandi vocali Ford SYNC con Emergency Assistance, che in caso di incidente telefona automaticamente al 112 e segnala all'operatore la posizione GPS del veicolo. Nella seconda metà del 2014 al SYNC sarà aggiunta anche la funzione AppLink, per il controllo vocale delle più diffuse app per smartphone e tablet.

Nuovo Ford Transit: TDCi 2.2

Un solo motore e tre livelli di potenza: 100, 125 e 155 CV. Che tradotto in Nm significa: 310, 350 e 385. Al momento, il TDCi sarà accoppiato ad un cambio manuale a sei marce, ma il futuro parla già di trasmissione automatica. Il quattro cilindri Ford può essere abbinato sia alla trazione anteriore, sia a quella posteriore (anche con ruote gemellate) e a quella integrale. Il pacchetto ECOnetic è disponibile sulla motorizzazione da 125 CV. È dotato di una serie di tecnologie particolari, che consentono un ulteriore diminuzione dei consumi e delle emissioni di CO2. Di serie monta il dispositivo Star&Stop. In ogni caso sono diverse le novità che distinguono i propulsori di casa Ford. Come ad esempio il sistema di monitoraggio della batteria che, ad un certo livello di carica "stacca" l'alternatore, svincolandolo quindi dal motore, migliorandone la sua efficienza.

Nuovo Ford Transit: la prova su strada

Due i modelli testati durante questa prima breve presa di contatto. Entrambi nel formato Van a cabina singola, ma con due lunghezze differenti e altrettanti livelli di potenza: 125 CV e 155 CV. Il "2 e 2" di casa Ford risponde bene alle risposte dell'acceleratore. Il cambio soffre un po' nei passaggi di marcia più repentini, ma si adatta alle esigenze di un veicolo commerciale, esaltando la coppia del propulsore. Lo sterzo si qualifica come leggero, mentre la visibilità laterale latita per via della particolare forma dei finestrini. Sempre più incline, pure nella dinamica di guida, a quella di una qualunque vettura, il nuovo Ford Transit si muove con estrema disinvoltura anche nel traffico urbano. Ma la dislocazione della pedaliera potrebbe affaticare nelle classiche situazioni di coda.

Nuovo Ford Transit: i prezzi

Ricapitolando. Abbiamo 450 varianti e sei diverse versioni: Van, Van doppia cabina, Combi, Chassis cabina singola/doppia e Bus M2. Senza dimenticare che sono disponibili 5 lunghezze di carrozzeria (da L1 a L5) e due altezze del tetto (H1 e H2). Le classi di portata sono cinque, mentre tre le tipologie di trazione, proprio come i livelli di potenza del motore. È chiaro che le variabili di prezzo siano più che molteplici. Due allestimenti: Entry e Trend. Il modello d'accesso alla gamma Ford Transit è il Transit Furgone 290 Entry TDCi 100 CV, offerto a 23.000 euro. Non ci sono differenze di prezzo tra la trazione anteriore e quella posteriore, mentre il passaggio a quella integrale costa 5.000 (non disponibile sui modelli da 100 CV). Servono invece 750 euro per passare da una portata all'altra, così come per salire di potenza. Stesso differenziale di prezzo tra le varie tipologie di carrozzeria, mentre per la variante Bus M2 servono invece 4.750 euro. L'allestimento Trend richiede un esborso di 1.500 euro (2.500 su Transit Bus M2). Cifre a cui poi bisogna sommare le variabili legate alle lunghezze ed alle altezze. Insomma, una volta definita la vostra esigenza, ci vorrà un po' di pazienza per stabilire il prezzo finale di Ford Transit. Al lancio (aprile) non saranno disponibili tutte le varianti di Transit, ma la gamma prenderà forma entro il mese di novembre.

Se vuoi aggiornamenti su FORD inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Cesare Cappa | 08 febbraio 2014

Altro su Ford

Ford Fiesta 2017: ecco la settima generazione
Anteprime

Ford Fiesta 2017: ecco la settima generazione

La nuova Ford Fiesta 2017 vanta tanta tecnologia e un look che strizza l’occhio alle monovolume.

Ford KA+, un piccolo grande plus
Ultimi arrivi

Ford KA+, un piccolo grande plus

Con due porte in più rimane agile e aumenta l’offerta di comfort. Si avvicina alla Fiesta, che però nel 2017 crescerà in una nuova generazione.

Ford Kuga restyling 2017: primo contatto
Ultimi arrivi

Ford Kuga restyling 2017: primo contatto

Sulle strade che portano a Capo Nord per scoprire la nuova Ford Kuga restyling 2017.