Nuovo Ford Transit Connect al Salone di Detroit

Al Salone di Detroit Ford ha presentato il nuovo Transit Connect, che si presenta rinnovato e più ricco in attesa del debutto del Transit nel 2014.

Nuovo Ford Transit Connect al Salone di Detroit

di Giuseppe Cutrone

11 gennaio 2013

Al Salone di Detroit Ford ha presentato il nuovo Transit Connect, che si presenta rinnovato e più ricco in attesa del debutto del Transit nel 2014.

Il nuovo Ford Transit Connect è stata presentato al Salone di Detroit 2013, prendendo posto accanto a concept e altri modelli per uso privato che solitamente catturano maggiormente l’attenzione rispetto a un veicolo commerciale come il furgone della casa americana.

Il rinnovato Ford Transit Connect nasce sulla base della filosofia “One Ford“, una strategia che mira alla realizzazione di modelli globali, adatti per essere funzionali e piacevoli praticamente in ogni mercato del mondo in cui il costruttore di Detroit è attivo.

>> Guarda tutte le novità presentate al Salone di Detroit 2013

Presentato nella doppia veste a passo lungo e a passo corto, il nuovo Ford Transit Connect sarà disponibile nei modelli XL e XLT, portando con sé delle caratteristiche come 3,7 metri cubi di spazio in cui stivare oggetti e una capacità di carico di oltre 700 chilogrammi.

Il furgone americano punta su efficienza e versatilità e consente di trainare rimorchi di oltre 900 chilogrammi, andandosi ad inserire in un mercato globale che, secondo i dati rivelati da Joe Hinrichs, presidente Ford per le Americhe Joe Hinrichs, presidente Ford per le Americhe, per i veicoli commerciali “Crescerà di 4,8 milioni di unità, fino a raggiungere i 21 milioni entro il 2017, e il Transit Connect rappresenta per noi una grande opportunità”.

La dotazione del Ford Transit Connect comprende gli airbag frontali e laterali, quelli a tendina anteriori e il sistema di monitoraggio della pressione degli pneumatici, mentre su richiesta del cliente si possono scegliere la telecamera posteriore, il sistema Ford Sync con MyFord Touch e schermo touchscreen da 6,5 pollici, oltre alla seconda fila di sedili.

I motori vedono il debutto (per adesso sul mercato americano) dell’unità quattro cilindri di 2,5 litri, disponibile anche in versione a metano o GPL, e del 1.6 EcoBoost in abbinamento al cambio automatico a sei marce.