Renault Master Model Year 2012

Motori più sobri, nuovi impianti audio e sospensioni pneumatiche regolabili: migliorie di dettaglio per il Renault Master 2012.

Il Renault Master, veicolo commerciale leggero della Losanga ha ricevuto una serie di aggiornamenti in occasione del Model Year 2012.

Si tratta di una serie di migliorie di dettaglio, che contribuiscono a conferire al fortunato furgone di Renault (profondamente rinnovato a inizio 2010) un'immagine sempre più automobilistica.

Partendo dalle migliori e a livello meccanico, l'attenzione dei tecnici Renault si è rivolta ai  consumi e alle emissioni nella gamma Master 2012 equipaggiata con il 4 cilindri turbodiesel dCi da 2,3 litri con filtro antiparticolato e 5. iniettore - derivato dal 2.0 dCi di Laguna ed Espace - declinata su tre livelli di potenza (100, 125 e 150 CV, rispettivamente da 280, 310 e 350 Nm di coppia).

Sul fronte consumi ed emissioni, Renault dichiara ora un miglioramento medio fino a 0,6 litri per 100 km e una riduzione di CO2 fino a 16 g/km (valori riferiti al Master L1H1 da 125 CV, per il quale viene annunciato un consumo medio di 7,5 litri di gasolio per 100 km e 197 g/km di CO2).

Altri aggiornamenti riguardano l'introduzione su Renault Master di una nuova famiglia di impianti audio dotati di connettività Bluetooth e presa USB e un vano, con caricabatterie, per l'alloggiamento dei principali device sempre più utili sul lavoro, come lo smartphone. Per la carrozzeria, debutta una tinta in nero a effetto perlescente.

Per le versioni a trazione anteriore, debutta un nuovo assetto a sospensioni pneumatiche regolabili, sviluppato per mantenere un'altezza da terra costante indipendentemente dal carico a bordo (questo accessorio è ottenibile a richiesta). Infine, da segnalare l'introduzione di un'attrezzatura di traino (fino a 3,5 tonnellate) specifica per i modelli a trazione posteriore e retrotreno a ruote gemellate.

Se vuoi aggiornamenti su RENAULT inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Giorgi | 30 maggio 2012

Altro su Renault

Renault: arriva "The dream cradle"
Attualità

Renault: arriva "The dream cradle"

Riproduce il movimento dell’auto a casa ed è stato sviluppato con il marchio Chicco in concomitanza con la partnership con la nazionale di rugby

Salone di Ginevra 2017: la nuova Alpine A110
Anteprime

Salone di Ginevra 2017: la nuova Alpine A110

Renault presenta la "Berlinette" del 21. Secolo: si chiama A110 come la sua antenata, ha un 1.8 turbo da 252 CV e il corpo vettura in alluminio.

Renault Captur: il crossover si aggiorna a Ginevra
Anteprime

Renault Captur: il crossover si aggiorna a Ginevra

Qualche ritocco estetico e più qualità negli interni per la vettura della Losanga