Aprile da record per Fiat Professional

La divisione Veicoli Commerciali d Fiat da record in Aprile. Fra i mercati più ricettivi, Francia, Germania e Polonia. Il Ducato è sempre leader

Aprile da record per Fiat Professional

Tutto su: FIAT

di Francesco Giorgi

26 maggio 2009

La divisione Veicoli Commerciali d Fiat da record in Aprile. Fra i mercati più ricettivi, Francia, Germania e Polonia. Il Ducato è sempre leader

.

E’ un Ducato… d’oro per la Fiat. Il “tuttofare” torinese, diventato uno fra i simboli a livello internazionale nel settore dei veicoli commerciali, contribuisce all’andamento positivo di Fiat Professional sul mercato di Aprile.

La gamma di prodotti Fiat Professional nell’ultimo mese ha registrato infatti un record nella sua quota di mercato. Per il brand dedicato ai veicoli commerciali del Lingotto, il mese scorso ha fruttato una quota del 14,9 per cento in Europa occidentale.

Particolarmente positiva la quota registrata in Germania, Francia e Polonia, Paesi nei quali la quota di mercato Fiat si è attestata, rispettivamente, sul 15,8, 12,4 e 24,5 per cento, realizzando dunque una buona accelerata fra le preferenze (ricordiamo che, in queste tre nazioni, nell’Aprile 2008 la quota di mercato era stata del 12,3 8,8 e 19 per cento).

Prosegue l’andamento positivo nelle vendite di Fiat Professional anche nel primo quadrimestre di quest’anno. L’analisi dei dati relativa ai primi quattro mesi del 2009, infatti, vede il brand Professional titolare di una quota di mercato del 12,7 per cento. Questo dato, che conferma un andamento positivo per i veicoli commerciali Fiat (nello stesso periodo del 2008 la quota era pari all’11,9 per cento), ha permesso alla Fiat di raggiungere il secondo posto nella “classifica” dedicata ai Costruttori di veicoli commerciali.

Secondo i responsabili di Fiat Professional, i fattori che hanno concorso al raggiungimento dei risultati positivi sul mercato sono due: una gamma di prodotti vasta e competitiva (nella quale emerge il Ducato, prodotto in oltre 2 milioni di esemplari dal 1981, anno del suo ingresso sul mercato) e una efficiente rete di vendita, presente in Europa con 844 concessionarie e circa 2400 addetti.