Ferrari: pronta a cedere il 10% delle azioni

Lo ha confermato Sergio Marchionne al margine di un’assemblea ad Amsterdam.

Ferrari: pronta a cedere il 10% delle azioni

Tutto su: Ferrari

di Valerio Verdone

16 aprile 2015

Lo ha confermato Sergio Marchionne al margine di un’assemblea ad Amsterdam.

Il Gruppo Fca cederà parte delle azioni Ferrari nel corso del collocamento dei titoli, ma non andrà oltre il 10%: è questa la notizia che spopola nella giornata odierna sul web. La conferma è stata data direttamente da Sergio Marchionne in seguito ad un’assemblea di Cnh Industrial che si è svolta ad Amsterdam.

“Credo non andremo oltre il 10%. Il filing sarà depositato nel secondo trimestre e il collocamento avrà luogo nel terzo trimestre”. Queste le parole della dichiarazione breve, ma significativa, del manager del Gruppo Fca.

L’attuale A.D. ha poi risposto a coloro che hanno sollevato la questione di una prima assemblea Fiat al di fuori dei confini nazionali: “questo però non significa che l’impegno in Italia diminuirà, anzi. Non è cambiato nulla: è la prima assemblea di Fiat fuori dall’Italia, ma anche la prima di Chrysler fuori dagli Stati Uniti”.

Infine ha aggiunto delle riflessioni sull’impegno del governo in merito alla questione lavoro: “il livello di credibilità dell’Italia ha raggiunto livelli che non esistevano prima del Jobs Act. Il paese sta cambiando, sta andando nella direzione giusta, è diventato più attraente per gli investitori, anche se ci sono ancora tante cose da mettere in ordine. Si fanno passi avanti e la cosa aiuta anche noi perché non possiamo essere soli a investire nel paese”.