Brembo acquista Perdiel e si rafforza in Sud America

Brembo Spa, attiva nel settore dei freni a disco e a tamburo, ha acquistato il 75% dell'argentina Perdiel, con un'opzione per il restante 25%.

La Brembo spa ha comunicato di aver acquisito la Perdiel, una società argentina attiva nella produzione di dischi per freni nel settore automotive, allargandosi così nel mercato sudamericano che vede nel vicino Brasile il primo produttore di vetture dell'America Latina.

La Perdiel dispone di uno stabilimento situato nell'area di Buenos Aires, in cui lavorano 150 persone che, nel 2011, genereranno un fatturato di circa 20 milioni di euro.

Con questa transazione, l'azienda bergamasca rileverà il 75% del capitale della Perdiel per 3,3 milioni di euro e avrà un diritto di opzione sul restante 25%, che potrà fare suo entro 3 anni dalla firma dell'accordo.

Già oggi la Brembo è molto presente nel mercato automobilistico brasiliano, avendo un market share del 60% nella produzione di freni a disco e freni a tamburo. Negli ultimi anni, l'azienda ha aumentato la propria presenza in loco grazie al traino effettuato dalle vendite di auto in Brasile e in Argentina.

Se vuoi aggiornamenti su BREMBO ACQUISTA PERDIEL E SI RAFFORZA IN SUD AMERICA inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Andrea Barbieri Carones | 23 maggio 2011

Vedi anche

Bollo auto: sconto per chi sceglie la domiciliazione bancaria

Bollo auto: sconto per chi sceglie la domiciliazione bancaria

In Lombardia è previsto uno sconto del 10% sul bollo auto per chi sceglie la domiciliazione bancaria.

Bollo auto: chi non paga, non potrà circolare

Bollo auto: chi non paga, non potrà circolare

Emendamento PD alla Legge di Stabilità: dal 2018 i centri revisione controlleranno anche la situazione bollo. Niente collaudo per chi non pagherà.

Trump presidente USA: gli effetti sul mondo dell

Trump presidente USA: gli effetti sul mondo dell'auto

L'elezione di Donald Trump alla Casa Bianca avrà conseguenze anche sul mondo dell'auto, con particolare attenzione ad emissioni e delocalizzazione.