Mille Miglia: incidente tra Ferrari, ferite due ragazze

Due Ferrari del corteo che precede la Mille Miglia si sono scontrate ferendo due spettatrici in modo grave.

Mille Miglia 2011: incidente tra Ferrari

Altre foto »

Inizia con un grave incidente la Mille Miglia 2011: due Ferrari del corteo che precede la manifestazione intorno alle 22 si sono scontrate in località Mirandola (in provincia di Modena) uscendo di strada e ferendo alcuni spettatori a bordo strada.

Secondo una prima ricostruzione, percorrendo una curva molto stretta una Ferrari 575 ha urtato una 360 Modena che aveva rallentato in prossimità di un dosso artificiale. Le vetture fuori controllo sono poi finite sugli spettatori assiepati ai margini della strada.

Due ragazze di 18 e 27 anni sono rimaste ferite in modo serio: la più grave presenta fratture importanti ad una gamba. Le due spettatrici sono state immediatamente soccorse e trasportate in ospedale, ma non sono in pericolo di vita. 

Immediate le polemiche sulla decisione del comune di far transitare la carovana in un tratto notoriamente pericoloso. In seguito a questo incidente, la Mille Miglia vera e propria ha subito una deviazione. 

Se vuoi aggiornamenti su FERRARI inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Andrea Barbieri Carones | 13 maggio 2011

Altro su Ferrari

Ferrari Land: apre il primo parco divertimenti del Cavallino in Europa
Eventi

Ferrari Land: apre il primo parco divertimenti del Cavallino in Europa

Ferrari Land si estende su 70.000 metri quadri ed offre attrazioni hi-tech all’insegna della passione per il Cavallino.

Una Ferrari 458 Spider per i vigili di Milano
Curiosità

Una Ferrari 458 Spider per i vigili di Milano

La supercar del Cavallino Rampante, sequestrata alla criminalità organizzata, verrà utilizzata dai vigili di Milano per insegnare la legalità.

Ferrari: iniziate le celebrazioni per i 70 anni
Curiosità

Ferrari: iniziate le celebrazioni per i 70 anni

Il 12 marzo del 1947 Enzo Ferrari mise in moto la 125 S, prima vettura della Casa del Cavallino Rampante.