Saab: potrebbe presto diventare cinese

A causa delle difficoltà economiche, culminate nella sospensione della produzione, Spyker potrebbe vendere Saab. E i cinesi sono in pole.

Saab: potrebbe presto diventare cinese

Tutto su: Saab

di Andrea Barbieri Carones

28 aprile 2011

A causa delle difficoltà economiche, culminate nella sospensione della produzione, Spyker potrebbe vendere Saab. E i cinesi sono in pole.

Dopo la Volvo, anche la Saab potrebbe diventare tutta – o in parte – cinese. Se cosi fosse, l’intera storia industriale scandinava legata all’auto andrebbe in Oriente, anche se il know how resterebbe sempre di impronta europea.

Anche se nulla è ancora ufficiale, le voci iniziano a circolare nel settore dell’automotive visto che Spyker, la Casa olandese che a fine febbraio 2010 ha acquistato il brand svedese, sarebbe in difficoltà e non riuscirebbe a fatturare quanto sperava risollevando un marchio sull’orlo del baratro.

Per ora le opinioni sono contrastanti. Fatto sta che pare sia spuntato più un pretendente con gli occhi a mandorla, con i quali sarebbero in corso delle trattative. Tra cuianche la Geely che ha già a cquistato Volvo.

Del resto, i segnali emersi negli ultimi mesi non erano certo incoraggianti: la Saab era stata costretta a sospendere la produzione per problemi nei pagamenti verso i fornitori, che avevano temporaneamente sospeso l’invio di materiali utili all’assemblaggio.