Termini Imerese: Cape Rev punta sull'auto elettrica

Il piano di Cape rev per rilevare lo stabilimento Fiat di Termini Imerese piace a (quasi tutti) i sindacati: auto elettrica e 910 occupati a regime.

Il segretario generale del sindacato Uilm, Eros Panicali, ha valutato positivamente la proposta del ministero dello Sviluppo Economico di investire 119 milioni di euro per avviare a Termini Imerese la produzione e la commercializzazione di auto elettriche e delle batterie per alimentarle.

"A regime - ha detto Panicali - nell'ex stabilimento Fiat lavoreranno 910 persone, 800 delle quali potrebbero essere assunte fra quelle già in organico nella fabbrica o nelle aziende dell'indotto". Il plant siciliano dovrebbe produrre a pieno ritmo nel giro di 5 anni, sempre che il segmento dei veicoli a emissioni zero riesca a decollare.

La proposta, illustrata oggi al dicastero dal finanziere siciliano Cimino e dal partner indiano Mahindra Rev, è quella della Cape rev, una delle 7 aziende selezionate per rilevare lo stabilimento di Termini Imerese che Sergio Marchionne lascerà alla fine del 2011.

Nel primo anno di attività - ossia nel 2012 - dovrebbero essere occupate 285 persone, di cui 185 nel settore auto e vero e proprio e le restanti 100 nel settore batterie.

Di parere simile anche i rappresentanti delle altre sigle sindacali, come la Fim, l'Ugl metalmeccanici e la Fismic. Piuttosto perplesso, invece, Roberto Mastrosimone, rappresentante della Fiom di Palermo che ritiene che il piano Cimino non sia chiaro dal punto di vista finanziario.

"Dopo quasi 2 anni di confronti ci ritroviamo ancora senza certezze sulla ricollocazione dei 2.200 lavoratori dello stabilimento. La Fiat ha annunciato la chiusura dello stabilimento di Termini nel giugno del 2009 e ancora c'è troppa incertezza" ha detto.

Se vuoi aggiornamenti su TERMINI IMERESE: CAPE REV PUNTA SULL'AUTO ELETTRICA inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Andrea Barbieri Carones | 13 aprile 2011

Vedi anche

Bollo auto: sconto per chi sceglie la domiciliazione bancaria

Bollo auto: sconto per chi sceglie la domiciliazione bancaria

In Lombardia è previsto uno sconto del 10% sul bollo auto per chi sceglie la domiciliazione bancaria.

Bollo auto: chi non paga, non potrà circolare

Bollo auto: chi non paga, non potrà circolare

Emendamento PD alla Legge di Stabilità: dal 2018 i centri revisione controlleranno anche la situazione bollo. Niente collaudo per chi non pagherà.

Trump presidente USA: gli effetti sul mondo dell

Trump presidente USA: gli effetti sul mondo dell'auto

L'elezione di Donald Trump alla Casa Bianca avrà conseguenze anche sul mondo dell'auto, con particolare attenzione ad emissioni e delocalizzazione.