Fiat: ogni vettura venduta 40 euro per un nuovo asilo all’Aquila

Solidarietà di Fiat per l’Abruzzo colpito dal terremoto: 40 euro ogni auto venduta in favore di un nuovo asilo all’Aquila e mezzi ai soccorsi

Fiat: ogni vettura venduta 40 euro per un nuovo asilo all'Aquila

di Redazione

10 aprile 2009

Solidarietà di Fiat per l’Abruzzo colpito dal terremoto: 40 euro ogni auto venduta in favore di un nuovo asilo all’Aquila e mezzi ai soccorsi

.

A seguito del grave terremoto che ha devastato l’Abruzzo è iniziata una stupenda gara di solidarietà in tutta Italia. Anche il Gruppo Fiat si è attivato per fornire supporto tecnico, economico e umanitario a favore della popolazione colpita. Nel mese di Aprile, per ogni vettura e veicolo commerciale Fiat, Alfa, Lancia e Fiat Professional venduti, la Casa torinese, in collaborazione con i concessionari italiani, devolverà 40 euro.

La somma che si stima di raggiungere è di circa 2,5 milioni di euro e verrà impiegata per ricostruire un asilo nido comunale a L’Aquila e così riconsegnare ai bambini un luogo sicuro dove essere accolti e dove tornare alla normalità. Inoltre, Fiat Professional fornirà ai comuni colpiti dal terremoto 15 Ducato Panorama per il trasporto scolastico.

In stretta collaborazione e con il coordinamento della Protezione Civile, le diverse società del Gruppo hanno già prontamente offerto mezzi e collaborazione nella prima fase dei soccorsi: Iveco ha messo a disposizione sei Massif, tre Eurocargo attrezzati, due Iveco Astra cava-cantiere e un Daily 4×4 con equipaggiamento speciale; New Holland ha offerto macchinari e operatori specializzati e FPT Powertrain Technologies gruppi elettrogeni insonorizzati che potranno servire per la produzione di energia nelle tendopoli dove le vittime del terremoto saranno costrette a rimanere per molti giorni.

Anche gli stabilimenti del Gruppo che si trovano nelle zone limitrofe a quelle dei comuni colpiti dal sisma hanno voluto dare il loro tangibile contributo. Lo stabilimento Sevel di Val di Sangro e quello di Magneti Marelli di Sulmona hanno dato la loro disponibilità a favorire le iniziative di supporto ai soccorsi da parte degli operai, degli impiegati e dei dirigenti.

Sarà importante che iniziative simili proseguano nel tempo poiché nell’immediato c’è stata una tempestiva risposta da parte della gente, che si è attivata con ogni mezzo  per dare un contributo all’Abruzzo ferito.

Ricordiamo che il metodo più veloce per effettuare una donazione in denaro è con 2 euro da rete fissa e 1 euro da cellulare chiamando o mandando un SMS al numero 48580. Per le altre modalità di donazione si possono seguire le istruzioni riportate sul sito della Protezione Civile.