Il tuner Richard Hamann muore a 53 anni

Stroncato da un tumore ai polmoni, era uno dei preparatori più apprezzati del settore nonché ex pilota di classe Dtm e Formula 3.

Abarth 500 by Hamann

Altre foto »

Il mondo del tuning si veste a lutto. All'età di 53 anni è scomparso Richard Hamann, proprietario e fondatore dell'omonimo marchio di tuning nel 1986, a causa di un tumore ai polmoni che lo aveva colpito tempo fa.

Se ne va quindi uno dei grandi nomi fra i preparatori tedeschi che dominano la scena europea e mondiale con le loro elaborazioni.

Hamann era da sempre legato al mondo delle 4 ruote, soprattutto quelle da competizione essendo stato un pilota che ha preso parte a oltre 700 gare nel corso della sua carriera agonistica, vincendone ben 103 e salendo per 300 volte sul podio.

Al volante di una Bmw M1 inoltre vinse per tre volte lo Special touring car trophy. Tra le altre competizioni dove gareggiò compaiono la nota classe Dtm tedesca, la Formula 3 e il Gruppo C.

Creatore di elaborazioni specifiche per vetture esclusive come Ferrari, Lamborghini e BentleyHamann ha dato il meglio di sé su numerose Bmw, Mercedes e Porsche affermandosi come uno dei migliori tuner del settore.

Nonostante la prematura scomparsa i vertici del marchio tedesco hanno confermato che l'attività del brand continuerà senza interruzioni per realizzare nuovi progetti e soluzioni per le 4 ruote.

Se vuoi aggiornamenti su IL TUNER RICHARD HAMANN MUORE A 53 ANNI inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Lorenzo Stracquadanio | 23 marzo 2011

Vedi anche

Toyota nuovo partner ufficiale del CONI

Toyota nuovo partner ufficiale del CONI

Una flotta di 20 Toyota Rav4 Hybrid e 5 Lexus (NX ed RX) consegnata a Roma alla presenza di Andrea Carlucci (Toyota Italia) e Giovanni Malagò.

Trump contro Bmw: maxi tassa se non produrrà negli Usa

Trump contro Bmw: maxi tassa se non produrrà negli Usa

Il 45° presidente degli Stati Uniti "invita" Bmw a costruire vetture negli Usa anziché in Messico: pena un dazio di importazione pari al 35%.

Fca nel mirino di Epa: un nuovo Dieselgate negli Usa?

Fca nel mirino di Epa: un nuovo Dieselgate negli Usa?

Oltre 100.000 fra Jeep Grand Cherokee e Dodge Ram avrebbero emissioni superiori al consentito. Marchionne: "Non ci spaventiamo, pronti a collaborare".