De Tomaso, L3 Holding non paga, il marchio torna all'asta

Non c'è pace per De Tomaso: L3 Holding che si era aggiudicata i marchi all'asta non ha versato il denaro. Il 28 aprile una nuova gara.

De Tomaso Deauville al Salone di Ginevra 2011

Altre foto »

L'annosa vicenda De Tomaso subisce un nuovo slittamento. I giochi, nelle scorse settimane, sembravano fatti con la decisione del Tribunale di Torino di concedere alla cordata svizzero-lussemburghese L3 Holding l'acquisizione dei marchi De Tomaso e del prototipo Deauville. Invece, L3 non ha versato i 2.050.000 euro con i quali si era aggiudicata i marchi all'asta. Risultato: l'aggiudicazione è stata annullata, e una nuova gara è stata indetta: si svolgerà martedì 28 aprile.

La decadenza di L3 Holding (società che detiene partecipazioni indirette nel team Lotus di F1 e in Polaroid) è stata dichiarata decaduta dal giudice delegato Giovanna Dominici su istanza del curatore fallimentare Enrico Stasi. La cauzione a suo tempo versata da L3 Holding è stata acquisita a titolo di multa, ed è stata indetta una nuova asta.

L3 Holding, come avevamo pubblicato seguendo la querelle De Tomaso, lo scorso 19 marzo si era aggiudicata all'asta (partita da 570.000 euro) i marchi De Tomaso e il prototipo Deauville in seguito a un'offerta di 2.050.000 euro e alla presentazione di un piano industriale che prevedeva lo sfruttamento del proprio know-how nella produzione di componenti in fibra di carbonio e procedere successivamente all'assunzione di almeno 360 lavoratori entro il 2021, per arrivare a pieno regime alla produzione di 4.500 vetture sportive a due posti. Non c'era stato niente da fare per la cinese Ideal Time e per l'ambizioso progetto italiano Eos, che aveva presentato sul piatto un'offerta di 580.000 euro ma che si era fermato a 900.000.

Alla nuova asta indetta per il 28 aprile, interpellati i responsabili del programma, potrebbe esserci anche "Riscattiamo la De Tomaso", progetto interamente italiano formato da professionisti provenienti da diverse zone del Paese che ha intenzione di riportare in auge il marchio De Tomaso anche attraverso una operazione di crowdfunding.

Se vuoi aggiornamenti su DE TOMASO, L3 HOLDING NON PAGA, IL MARCHIO TORNA ALL'ASTA inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Giorgi | 02 aprile 2015

Vedi anche

PSA-Opel: le posizioni dei governi francese e tedesco

PSA-Opel: le posizioni dei governi francese e tedesco

La trattativa per la cessione di Opel a PSA ha attirato l'attenzione della politica e dei governi coinvolti.

Ecco le città più trafficate al mondo nel 2016

Ecco le città più trafficate al mondo nel 2016

Dall’Europa all’Asia, all’America: il TomTom Traffic Index passa al setaccio il grado di congestionamento urbano. E si scopre che Palermo…

Auto e moto: cos

Auto e moto: cos'è il "foglio unico" di circolazione?

Addio carta di circolazione e certificato di proprietà: i dati potrebbero essere accorpati in un unico documento.