Terremoto Giappone: GM dona 500.000 dollari

La Fondazione General Motors e gran parte dei dipendenti hanno provveduto a donazioni per i territori colpiti dal terremoto.

Il sisma in Giappone ferma la produzione di auto

Altre foto »

La General Motors Fondation ha approvato oggi un contributo immediato di 500.000 dollari alla Croce Rossa americana per sostenere la popolazione giapponese colpita dal sisma. L'azienda di Detroit ha anche fornito ogni postazione multimediale di lavoro dei propri dipendenti di link diretti sul web grazie ai quali fare donazioni indirizzate all'ente benefico.

«Il soccorso umanitario è una parte importante del lavoro della Fondazione e stiamo rispondendo alla richiesta di aiuto che ha seguito questa terribile devastazione», ha detto John T. Montford, presidente della Fondazione GM e consulente della società per i rapporti con il Governo statunitense e quelli esteri. «C'è un grande senso di solidarietà tra i dipendenti GM, e so che è questo spirito a fare la differenza per aiutare i soccorsi in Giappone».

Fin dalla sua creazione nel 1976, la Fondazione GM ha donato milioni di dollari in favore di territori colpiti da calamità naturali e ha contribuito a organizzare gli sforzi locali. Recenti sostegni in denaro e mezzi hanno aiutato i soccorsi dopo il terremoto a Christchurch in Nuova Zelanda, e ad Haiti.

Se vuoi aggiornamenti su TERREMOTO GIAPPONE: GM DONA 500.000 DOLLARI inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Eleonora D'Uffizi | 15 marzo 2011

Vedi anche

Emissioni: la stampa francese accusa Renault

Emissioni: la stampa francese accusa Renault

Un dossier che conterrebbe valori di NOx alterati pubblicato da Libération. Renault puntualizza: "Mai violato alcuna normativa".

PSA-Opel: le posizioni dei governi francese e tedesco

PSA-Opel: le posizioni dei governi francese e tedesco

La trattativa per la cessione di Opel a PSA ha attirato l'attenzione della politica e dei governi coinvolti.

Ecco le città più trafficate al mondo nel 2016

Ecco le città più trafficate al mondo nel 2016

Dall’Europa all’Asia, all’America: il TomTom Traffic Index passa al setaccio il grado di congestionamento urbano. E si scopre che Palermo…