Chrysler richiama 250.000 auto per problemi al motore

Negli Usa Chrysler sta procedendo al richiamo di quasi 250.000 auto con marchio Dodge e Chrysler. Motivo? Il motore si spegne di colpo.

Chrysler richiama 250.000 auto per problemi al motore

di Andrea Barbieri Carones

05 marzo 2011

Negli Usa Chrysler sta procedendo al richiamo di quasi 250.000 auto con marchio Dodge e Chrysler. Motivo? Il motore si spegne di colpo.

Richiamo in vista per il gruppo Chrysler: la Nhtsa – l’agenzia federale statunitense che si occupa della sicurezza stradale – ha comunicato che oltre 248.000 auto dovranno ritornare dal concessionario per ovviare a un difetto che risiederebbe nel motore. E non sarebbe neppure una cosa di poco conto, dato che sembra che la chiave di accensione, una volta messa in moto la vettura, potrebbe ritornare improvvisamente in posizione “off” spegnendo il motore.

Secondo un portavoce di Chrysler, il problema non starebbe del blocco di accensione ma semplicemente (e banalmente) nel portachiavi che in caso di guida su strada molto sconnessa o in caso di urto accidentale può girare tutta la chiave in posizione di “stop”.

Interessate alla misura sono i minivan Dodge Grand Caravan e Chrysler Town & Country (che in Europa si chiama Grand Voyager) e il crossover Dodge Journey, costruiti tra il mese di agosto 2009 e il mese di giugno 2010.

Come sempre accade in caso di provvedimenti di tale portata, non è detto che tutte le auto richiamate abbiano questo difetto (la Casa ritiene che solo il 3% ne siano colpite). Ma la Nhtsa riferisce di “2 tamponamenti, 32 azioni legali e 465 reclami” relativi allo spegnimento improvviso e non voluto del propulsore durante la marcia.[!BANNER]

Tutti i proprietari saranno avvisati per tempo tramite una comunicazione scritta, che conterrà le istruzioni per portare il proprio mezzo a far controllare gratuitamente la propria auto. La tabella di marcia prevede che le prime verifiche siano fatte da inizio aprile.