Fiat, Standard & Poor’s declassa il rating

S&P ha abbassato il rating di Fiat Auto da BB+ a BB: il piano industriale e gli enormi investimenti porterebbero ad un aumento del debito.

Fiat, Standard & Poor's declassa il rating

di Andrea Barbieri Carones

25 febbraio 2011

S&P ha abbassato il rating di Fiat Auto da BB+ a BB: il piano industriale e gli enormi investimenti porterebbero ad un aumento del debito.

Secondo alcuni analisti lo spin-off Fiat sarebbe stato positivo per l’azienda e i suoi azionisti mentre secondo Standard & Poor’s l’avrebbe indebolita da un punto di vista finanziario.

Per questo motivo, la società statunitense ha ridotto il rating del Lingotto da BB+ a BB, con un outlook negativo, che altro non è che una previsione al ribasso. Motivo? Il timore di ripercussioni del piano industriale del comparto auto considerato troppo ottimista perché “basato sulla generazione di grandi economie di scala e sull’espansione in mercati ad alto tasso di crescita”. Secondi l’agenzia americana il rischio è elevato perché prevede investimenti molto elevati che potrebbero portare a un aumento del debito finanziario.[!BANNER]

Rientra in questa partita anche la possibile scalata a Chrysler, che nelle ultime settimane sono passate dal 20 al 25% e che potrebbero arrivare alla maggioranza assoluta del 51% già entro il 2011. A fine anno, inoltre, scadranno i 5,6 miliardi di debiti del Lingotto.

Eppure, con il nuovo anno, il titolo Fiat aveva riscosso successo sul mercato azionario, che poi si è dimostrato effimero visto che a febbraio le azioni hanno lentamente perso di valore fino a perdere l’8,29% per quanto riguarda il settore auto e il 2,82% per Fiat Industrial, che per questo motivo continua a mantenere la valutazione BB+.

No votes yet.
Please wait...