Audi punta sulla fibra di carbonio

La Casa dei quattro anelli sigla una partnership con un’azienda specializzata per sviluppare materiali in fibra rinforzata ed eco-compatibili.

Audi punta sulla fibra di carbonio

Tutto su: Audi

di Lorenzo Stracquadanio

23 febbraio 2011

La Casa dei quattro anelli sigla una partnership con un’azienda specializzata per sviluppare materiali in fibra rinforzata ed eco-compatibili.

Dopo Lamborghini, anche Audi decide di spingere l’acceleratore sulla fibra di carbonio, materiale principe che garantisce grandi performance in termini di resistenza e leggerezza insieme. In questa direzione va la partnership siglata dalla casa di Ingolstadt con l’azienda di settore Voith, che punta a realizzare materiali in fibra di carbonio rinforzata da utilizzare sulle vetture di domani.

Da questo connubio deriveranno anche altri materiali come plastiche rinforzate con fibra di carbonio e materiali ecocompatibili compositi in fibra da integrare con quelli oggi esistenti.

“La fibra di carbonio offre vantaggi in termini di peso e di resistenza, che già oggi sfruttiamo, ad esempio, sulla Audi R8 o sulla Audi RS3 – afferma Rupert Stadler, presidente del Consiglio d’amministrazione di Audi – Ora intendiamo poter contare su questi stessi punti di forza anche per la produzione di grande serie: la nostra collaborazione con Voith si incentra quindi su progetti concreti”.

L’azienda del resto è attiva nei settori di energia, petrolio, carta, materie prime, trasporti e automotive, utilizzando la fibra di carbonio rinforzata nell’impiantistica industriale. Audi dal canto suo conferma l’interesse di voler puntare sulla combinazione di materiali leggeri tra cui alluminio, acciaio e magnesio, il cui impiego viene studiato e sviluppato dal Lightweight Design Center di Audi, centro di progettazione dedicato presso lo stabilimento produttivo di Neckarsulm.[!BANNER]