PSA rilancia il marchio Simca. Sarà low cost

Il Gruppo Peugeot Citroen punta a far rinascere il marchio Simca con cui commercializzare auto low cost in concorrenza con Dacia-Renault.

PSA rilancia il marchio Simca. Sarà low cost

Tutto su: Citroën

di Andrea Barbieri Carones

31 gennaio 2011

Il Gruppo Peugeot Citroen punta a far rinascere il marchio Simca con cui commercializzare auto low cost in concorrenza con Dacia-Renault.

Dopo il successo delle compagnie aeree low cost, è arrivato quello delle case automobilistiche. E sulla scia di questo successo si colloca il ritorno sul mercato di Simca, il brand francese fondato nel 1935 dall’italiano Enrico Teodoro Pigozzi.

A decidere la rinascita dell’azienda è stato il Gruppo PSA Peugeot-Citroen, che punta a fare concorrenza al costruttore romeno Dacia, da tempo nell’orbita della rivale Renault e in grado di generare utili.

Auto a basso prezzo, dunque, senza particolari fronzoli ed essenziali nelle loro componenti proprio come lo erano quelle prodotte negli anni ’60 e ’70, quando la “Société Industrielle de Mécanique et Carrosserie Automobile” (in acronimo semplicemente Simca) passò prima sotto il controllo di Chrysler e poi di PSA che la dismise nel 1990.[!BANNER]

Secondo le prime indiscrezioni, il primo modello a uscire dagli stabilimenti potrebbe essere il “remake” della Simca 1037, che con motore 1,3 litri e 68 CV venne eletta Auto dell’anno nel 1976.

Non è ancora stato reso noto comunque il programma di novità e la commercializzazione del rinato marchio low cost transalpino.