Mirafiori: 1,3 miliardi per i SUV Alfa Romeo e Jeep

La produzione dovrebbe partire alla fine del 2012 e stabilizzarsi sulle 280mila unità all’anno divise tra i due marchi.

Mirafiori: 1,3 miliardi per i SUV Alfa Romeo e Jeep

di Luca Gastaldi

31 gennaio 2011

La produzione dovrebbe partire alla fine del 2012 e stabilizzarsi sulle 280mila unità all’anno divise tra i due marchi.

A partire dalla fine del 2012 lo stabilimento Fiat di Mirafiori a Torino sfornerà 280mila veicoli all’anno. Saranno i nuovi SUV compatti che usciranno con i marchi Alfa Romeo (circa 130mila delle unità previste) e Jeep.

È stato definito alla fine della scorsa settimana, quando i vertici di Fiat-Chrysler hanno deciso lo stanziamento di 1,3 miliardi di euro per riconvertire le catene di montaggio torinesi alla produzione del primo SUV nella storia ultra centenaria del marchio Alfa (senza dimenticare la jeep “Matta” degli anni Cinquanta e Sessanta). Quelli costruiti per Jeep, invece, sostituiranno gli attuali Compass e Patriot.

Questa operazione si collega al rilancio Alfa negli States, previsto proprio tra la fine del 2012 e l’inizio del 2013. Ma rappresenta, nello stesso tempo, la rinascita di Mirafiori. Un sito, nato nel 1939, del quale tanto si sta parlando in questo periodo per la sorte degli oltre 5mila operai che ci lavorano.

Un impianto che nel 2006 costruiva oltre 200mila vetture e che nel 2010 è sceso a poco più di 100mila. Oggi la produzione comprende le Fiat Idea, le Lancia Musa e le Alfa Romeo MiTo.

Per i nuovi SUV Alfa-Jeep è stato scelto Mirafiori per garantire al prodotto una elevata qualità, in grado di competere con quelli che saranno i diretti concorrenti nel segmento: Audi (con la Q5) e BMW (con le X1 e X3).[!BANNER]