Jaguar E-Type: 50 anni e non sentirli

Jaguar si appresta a celebrare i 50 anni di vita della sua E-Type, che Enzo Ferrari definì “l’auto più bella mai costruita”. Moderna ancora oggi.

Jaguar E-Type: 50 anni e non sentirli

di Andrea Barbieri Carones

29 gennaio 2011

Jaguar si appresta a celebrare i 50 anni di vita della sua E-Type, che Enzo Ferrari definì “l’auto più bella mai costruita”. Moderna ancora oggi.

Enzo Ferrari la definì “l’auto più bella mai costruita”. Quando debuttò al Salone di Ginevra il 15 marzo 1961, la Jaguar E-Type colpì l’attenzione del pubblico e degli addetti ai lavori che ne ammirarono l’abitacolo compatto, il lungo cofano anteriore, i cerchioni e, in generale, la linea moderna. E in effetti il disegno del progettista, Malcom Sayer, è d’attualità anche oggi, a mezzo secolo dalla sua nascita, visto che si trova in esposizione permanente al Museum of Modern Art (MoMA) di New York.

Dopo i 75 anni dalla nascita del marchio Jaguar, ecco dunque un altro anniversario: per celebrare i 50 anni del modello, la Casa britannica ha programmato una serie di iniziative speciali che partono proprio dal prossimo Salone di Ginevra 2011 (dal 3 al 13 marzo), dove sarà allestita una zona dedicata alla vettura.[!BANNER]

Durante l’estate Jaguar celebrerà la sua “E” nel Regno Unito in occasione del Festival of Speed (30 giugno-3 luglio) e al Silverstone Classic (22-24 luglio), ma anche in California al Pebble Beach Concours d’Elegance (21 agosto) e in Germania durante la tre giorni in pista del rburgring Old Timer Grand Prix (dal 12 al 14 agosto).

La E-Type è stata prodotta in circa 70.000 esemplari, molti dei quali sono finiti nelle mani di attori e vip di ogni genere, che ne hanno fatto una sorta di status symbol. Montava un motore 6 cilindri in linea da 269 CV, che permetteva di raggiungere i 240 km/h.