Con Helbiz la mobilità del futuro è sempre più vicina

L’innovativa piattaforma di car sharing peer-to-peer utilizza la blockchain per reinventare il noleggio auto fra privati.

Con Helbiz la mobilità del futuro è sempre più vicina

di Redazione

18 giugno 2018

Il futuro dell’automobile sembra sempre più simile a quello di un servizio digitale, piuttosto che la proprietà di un bene fisico. Se da anni esistono servizi come Enjoy, DriveNow e Car2Go che permettono agli utenti di sfruttare la flotta auto di un fornitore privato (rispettivamente ENI, BMW e Mercedes, negli esempi), nuove opportunità tecnologiche stanno aprendo la porta a piattaforme innovative che potrebbero influenzare positivamente il mercato.

Helbiz è una piattaforma di car sharing peer-to-peer che consente il noleggio d’auto fra privati. La soluzione si basa su un sofisticato hardware che viene installato (gratuitamente) a bordo auto, permettendo così ai noleggiatori di localizzare la vettura, sbloccarla e utilizzarla con le dovute garanzie (assicurazione compresa) senza bisogno di prenotazioni, scambi chiave e ulteriori interazioni.

“Automatizziamo l’intero processo di noleggio, compresa la verifica, i contratti, le condizioni e i termini di servizio, i pagamenti, l’assicurazione personalizzata e la consegna delle chiavi”. A parlare a Motori.it è Salvatore Palella, imprenditore e fondatore, nel 2015, di Helbiz.

“Helbiz è nata direttamente come progetto su blockchain”, dopotutto la blockchain serve proprio a questo: Helbiz sfrutta la forza della blockchain come sistema di tracciabilità per assicurare un pagamento granulare del servizio e soprattutto la sicurezza sia per l’utente che per il fornitore di auto: in parole semplici, l’utente cerca un auto tramite l’app. Una volta che l’auto è stata selezionata, il sistema elabora la richiesta di sblocco tramite l’hardware all’interno dell’auto. Il denaro per la transazione è bloccato fino a che non è confermata la fine del noleggio.

Helbiz si divide tra i servizi di Car Sharing (noleggio auto fra privati), Transportation Platform (piattaforma inclusa delle varie forme di trasporto pubblico) e Pay, un sistema di pagamento con portafoglio digitale. I servizi Pay e Transportation Transportation Platform verranno lanciati negli Stati Uniti a partire dalla prossima estate. Non è stata annunciata una data per la piattaforma di Car Sharing.