Partono i licenziamenti di General Motors

Negli USA licenziati i primi 160 colletti bianchi dello stabilimento di Warren. In tutto il mondo saranno 47.000 a lasciare GM entro il 2009

Quanto annunciato a metà Febbraio sta prendendo corpo in queste ore. Il massiccio taglio del personale a cui si dovrà sottoporre General Motors entro il 2009 è già iniziato negli Stati Uniti ed è partito ieri con la comunicazione a 160 addetti del Techical Center di Warren, nel Michigan, che il loro rapporto di lavoro verrà interrotto a partire dall'1 Aprile.

Ed è solo una minima parte dei 3400 lavoratori che il colosso di Detroit dovrà tagliare entro l'anno negli USA, dove la forza lavoro è composta da 29.650 impiegati e 62.400 operai. I 160 sono in gran parte "colletti bianchi" e ingegneri, ma dopo di loro il grosso verrà con la chiusura di altri cinque stabilimenti in Nord America, laddove vendite e quote sono calate più di ogni altro mercato.

Una misura che serve a snellire General Motors, attualmente tenuta in vita dal prestito concesso dal Tesoro americano di 13,4 miliardi di dollari, a cui ha fatto però seguito la richiesta per altri 16,6 miliardi. Sarà infatti il governo USA a decidere entro il 31 Marzo se concedere altri aiuti, sulla base delle misure adottate con il piano di ristrutturazione presentato lo scorso 17 Febbraio.

"Molti dei licenziamenti avverranno tramite normali dimissioni, ma ci sarà un numero significativo di separazioni involontarie da adesso fino all'inizio di Maggio", ha detto il portavoce di GM Tom Wilkinson.

Una situazione che si ripercuoterà certamente anche in Europa, dal momento che sono ben 47.000 i dipendenti in esubero che dovranno essere licenziati nelle filiali di tutto il mondo, cioè una buona fetta dei 243.000 lavoratori che la Casa americana impiega globalmente, mentre il numero degli operai verrà ridotto di 18.000 unità solo negli USA.

L'offerta che GM ha fatto ai propri dipendenti per invitarli a lasciare volontariamente la compagnia prevede un bonus in contanti di 20.000 dollari ed un credito da 25.000 dollari per l'acquisto di un'auto nuova. Avanno tempo per accettare l'offerta fino alla mezzanotte di martedì prossimo.

Se vuoi aggiornamenti su PARTONO I LICENZIAMENTI DI GENERAL MOTORS inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Vedi anche

Trump contro Bmw: maxi tassa se non produrrà negli Usa

Trump contro Bmw: maxi tassa se non produrrà negli Usa

Il 45° presidente degli Stati Uniti "invita" Bmw a costruire vetture negli Usa anziché in Messico: pena un dazio di importazione pari al 35%.

Fca nel mirino di Epa: un nuovo Dieselgate negli Usa?

Fca nel mirino di Epa: un nuovo Dieselgate negli Usa?

Oltre 100.000 fra Jeep Grand Cherokee e Dodge Ram avrebbero emissioni superiori al consentito. Marchionne: "Non ci spaventiamo, pronti a collaborare".

Pedaggi autostradali: i nuovi aumenti 2017

Pedaggi autostradali: i nuovi aumenti 2017

Con l’inizio del nuovo anno arrivano i nuovi aumenti nel 2017 dei pedaggi autostradali caratterizzati da una media dello 0,6%.