Fiat, Elkann: Mirafiori conferma serietà del nostro impegno

Il presidente Fiat, John Elkann, è entusiasta del piano di investimenti da oltre 1 miliardo deciso per lo stabilimento di Mirafiori

Fiat, Elkann: Mirafiori conferma serietà del nostro impegno

di Andrea Barbieri Carones

29 novembre 2010

Il presidente Fiat, John Elkann, è entusiasta del piano di investimenti da oltre 1 miliardo deciso per lo stabilimento di Mirafiori

Il presidente della Fiat, John Elkann, è entusiasta del piano per lo stabilimento di Mirafiori, per il quale “è stato fatto un investimento importante di oltre un miliardo, con prodotti nuovi che avranno grandi prospettive a riprova della serietà dell’azienda e del suo impegno a fare sì che si arrivi anche a un accordo con i sindacati, dal quale ho visto segnali incoraggianti”.

L’erede di casa Agnelli, poi, ritiene che questo piano rafforzi l’alleanza con Chrysler e permetta di irrobustire il brand Fiat visto che i suoi prodotti saranno commercializzati in tutto il mondo.

Da oggi, intanto, è partito il confronto serrato tra dirigenza Fiat e sindacati, che proseguirà probabilmente per tutta la settimana toccando temi delicati in parte affrontati già in occasione del rilancio dello stabilimento di Pomigliano d’Arco, i turni e l’organizzazione del lavoro su tutti.[!BANNER]

“Noi della Fiom – ha detto il segretario generale Maurizio Landini – non vogliamo riscrivere il modello Pomigliano. La responsabilità serve dalle due parti in modo da risolvere i problemi senza peggiorare le condizioni di lavoro”.

Per il segretario generale del sindacato autonomo Fismic, invece, ci sono 3 punti fermi: la clausola di responsabilità, la disponibilità reale al pieno utilizzo degli impianti e il fatto che a portare avanti l’investimento sia una società identica a quella di Pomigliano.