Pininfarina va male, Magna valuta l’acquisto

Le difficoltà finanziarie di Pininfarina potrebbero portare presto ad una cessione alla Magna Steyr

Pininfarina 2uettottanta al Salone di Ginevra 2010

Altre foto »

Tempi duri per Pininfarina, nome storico del design italiano, e oggi azienda indipendente specializzata nella progettazione e nell'assemblaggio, che proprio quest'anno compie 80 anni.

Dopo che Alfa Romeo Brera e Spider sono andate fuori produzione e il progetto di realizzare un'auto elettrica in joint venture con Bollorè sembra essersi arenato, ora i rumors parlano di un possibile acquisto da parte dell'azienda di componentistica austro-canadese Magna Steyr.

L'obiettivo di Magna sarebbe quello di rafforzare la propria posizione come fornitore globale di design, ingegneristica e produttore su licenza. 

Una perdita di fatturato ingente quella che Pininfarina ha subito nei primi nove mesi dell'anno e che sta alimentando le voci riguardo a una possibile cessione.

Dall'ultima relazione trimestrale si stima una perdita superiore a quella del 2009 e una posizione finanziaria netta a fine 2010 nettamente peggiore di quella registrata al 31 dicembre 2009 (33,8 milioni di euro contro i 18,1 milioni).

Ancora niente di ufficiale sulla proposta di acquisto di Magna, ma la notizia sembra piuttosto certa, essendo giunta da fonti interne a Pininfarina, le quali rivelano addirittura che l'operazione potrebbe concludersi già entro il 31 dicembre. Nessuna indicazione invece riguardo il possibile ammontare della manovra.

Se vuoi aggiornamenti su PININFARINA VA MALE, MAGNA VALUTA L’ACQUISTO inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Noemi Ricci | 17 novembre 2010

Vedi anche

Toyota nuovo partner ufficiale del CONI

Toyota nuovo partner ufficiale del CONI

Una flotta di 20 Toyota Rav4 Hybrid e 5 Lexus (NX ed RX) consegnata a Roma alla presenza di Andrea Carlucci (Toyota Italia) e Giovanni Malagò.

Trump contro Bmw: maxi tassa se non produrrà negli Usa

Trump contro Bmw: maxi tassa se non produrrà negli Usa

Il 45° presidente degli Stati Uniti "invita" Bmw a costruire vetture negli Usa anziché in Messico: pena un dazio di importazione pari al 35%.

Fca nel mirino di Epa: un nuovo Dieselgate negli Usa?

Fca nel mirino di Epa: un nuovo Dieselgate negli Usa?

Oltre 100.000 fra Jeep Grand Cherokee e Dodge Ram avrebbero emissioni superiori al consentito. Marchionne: "Non ci spaventiamo, pronti a collaborare".