Venerdì Fiat ritorna negli Usa dopo 27 anni

Il Salone dell’Auto di Los Angeles sancirà il ritorno ufficiale di Fiat negli Usa dopo 27 anni. Tutti gli occhi saranno però puntati sulla 500

Venerdì Fiat ritorna negli Usa dopo 27 anni

Tutto su: FIAT 500

di Andrea Barbieri Carones

16 novembre 2010

Il Salone dell’Auto di Los Angeles sancirà il ritorno ufficiale di Fiat negli Usa dopo 27 anni. Tutti gli occhi saranno però puntati sulla 500

La Fiat 500 sta imparando l’inglese per sbarcare ufficialmente negli Stati Uniti: è infatti previsto per venerdì il ritorno del Lingotto dall’altra parte dell’Atlantico, dopo 27 anni di assenza. Il “rendez vous” è infatti previsto per il salone dell’auto di Los Angeles, che dal 19 novembre accoglierà i visitatori che potranno vedere una cinquantina di modelli nuovi e oltre 900 veicoli totali.

Ma la piccola di casa Fiat, che per il mercato a stelle e strisce sarà prodotta in Messico, sarà solo una delle 12 novità presentate da Sergio Marchionne nell’ambito del gruppo di cui fa parte anche Chrysler. Per gli statunitensi sarà una piacevole novità, sancita dagli ordini che hanno già polverizzato ogni disponibilità nonostante per questa utilitaria nata del 2007 e forte di 500.000 esemplari venduti in 80 Paesi sia stato scelto apposta il nome “Cinquecento” (per intero), che inizialmente risulterà di difficile pronuncia per gli anglofoni. I primi 500 esemplari, infatti, sono andati venduti in poche ore, mentre altri 1.000 sono in lista d’attesa. Attualmente è disponibile solo la versione base in 3 colori (bianco, rosso e grigio) mentre per il 2011 si attende la versione cabrio e nel 2012 quella elettrica.[!BANNER]

La scelta dello stabilimento in Messico per produrre la Cinquecento non è casuale: da un lato si assemblano già i modelli Dodge Journey e il PT Cruiser; dall’altro, renderà agevole sia l’esportazione verso Usa e Canada sia verso il centro e sud America e in Brasile in particolare, dove Fiat conserva stabili interessi commerciali.