Blocchi del traffico: ora tocca a Bologna

Da mercoledì a Bologna scatta il blocco del traffico per i veicoli più inquinanti, misura che potrebbe essere seguita presto da altre città

Blocchi del traffico: ora tocca a Bologna

di Giuseppe Cutrone

28 ottobre 2010

Da mercoledì a Bologna scatta il blocco del traffico per i veicoli più inquinanti, misura che potrebbe essere seguita presto da altre città

Con l’arrivo dei primi freddi torna in auge la questione dell’inquinamento e, come già accaduto in passato, le amministrazioni locali sembrano già pronte a imporre i primi blocchi del traffico, con l’obiettivo dichiarato di migliorare la qualità dell’aria nelle principali città.

Ad aprire la stagione dei blocchi è stata quest’anno la Lombardia, che ha imposto dei limiti alla circolazione dei veicoli dal 15 ottobre scorso fino ad aprile, seguita adesso da Bologna, che il prossimo 3 novembre e fino al 31 marzo vieterà la circolazione dei veicoli più inquinanti.

Inizialmente saranno costrette a fermarsi tutte le vetture a benzina Euro 0, i modelli diesel non rispondenti alla normativa Euro 2 o superiore, nonché i mezzi commerciali precedenti alle norme Euro 3 o sprovvisti del sistema di abbattimento del particolato. Coinvolti inoltre i ciclomotori e motocicli a due tempi anche con bollino blu non rispondenti almeno alla normativa Euro 1.[!BANNER]

Inoltre, dal 7 gennaio, lo stop verrà esteso alle auto diesel Euro 2 sprovviste di filtro antiparticolato. Per questi modelli, la circolazione sarà inibita dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 fino alle 18.30. A queste misure si aggiunge anche il ritorno dei giovedì senz’auto, previsto anch’esso da gennaio.

Il provvedimento, che rientra nell’accordo per la qualità dell’aria di durata biennale firmato a Bologna tra Regione, Province e Comuni con più di 50mila abitanti potrebbe essere seguito da analoghe iniziative che potrebbero vedere protagoniste prossimamente altre regioni e altre grandi città.