Oggi i sinistri si denunciano via iPhone

Una nuova applicazione per iPhone permette di denunciare un sinistro, in tampo reale, via smartphone. Il servizio offerto i clienti di Generali

Il legame tra l'iPhone e mondo dell'auto è sempre più stretto: il gruppo assicurativo Generali ha infatti appena lanciato una nuova applicazione per i telefonini che permette di denunciare un sinistro in tempo reale, di individuare il carrozziere convenzionato dove far riparare il mezzo e anche l'agenzia più vicina a cui rivolgersi.

La nuova applicazione, denominata iPolizza, è dedicata agli automobilisti che hanno sottoscritto una polizza di responsabilità civile con Generali, Alleanza, Augusta Assicurazioni, Fata Assicurazioni, INA Assitalia, Lloyd Italico e Toro. L'App iGenerali è invece riservata ai clienti della compagnia triestina.

Tutte queste applicazioni sono scaricabili gratuitamente dall'App Store e possono essere utilizzate da chi possiede un iPhone, un iPodtouch e un iPad. Con le aziende del Gruppo sono convenzionate circa 1.300 carrozzerie sparse sul territorio nazionale e sono oltre 2.000 le agenzie coinvolte nel progetto.

Ma come si denuncia un sinistro? Attraverso l'icona apposta, inviando anche la foto del danno e quella della constatazione amichevole del sinistro, sempre che si riesca a farla firmare alla controparte. Si verrà poi contattati telefonicamente dal call center della compagnia per confermare la pratica e per proseguire con la procedura.

Se vuoi aggiornamenti su OGGI I SINISTRI SI DENUNCIANO VIA IPHONE inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Andrea Barbieri Carones | 15 ottobre 2010

Vedi anche

Trump ai big three di Detroit: "investire negli Usa"

Trump ai big three di Detroit: "investire negli Usa"

L’eletto presidente repubblicano incontra i vertici Fca, Ford e General Motors: al primo posto la difesa del lavoro negli Stati Uniti.

Toyota nuovo partner ufficiale del CONI

Toyota nuovo partner ufficiale del CONI

Una flotta di 20 Toyota Rav4 Hybrid e 5 Lexus (NX ed RX) consegnata a Roma alla presenza di Andrea Carlucci (Toyota Italia) e Giovanni Malagò.

Trump contro Bmw: maxi tassa se non produrrà negli Usa

Trump contro Bmw: maxi tassa se non produrrà negli Usa

Il 45° presidente degli Stati Uniti "invita" Bmw a costruire vetture negli Usa anziché in Messico: pena un dazio di importazione pari al 35%.