La Chrysler Sebring sarà prodotta negli USA

Sarà prodotta negli USA e non in Italia la nuova generazione della Sebring. Una scelta che scatenerà le polemiche

Non sarà prodotta in Italia la Chrysler Sebring. Secondo alcune indiscrezioni la nuova generazione della berlina tre volumi americana sarà costruita negli USA e non, come annunciato lo scorso aprile da Sergio Marchionne, in Italia. Il cambio di rotta sarebbe stato deciso dall'amministratore delegato della Fiat a causa dei recenti conflitti con i sindacati che avrebbero causato ritardi e indecisioni nel definire delle precise strategie industriali da parte del gruppo.

In altre parole, le polemiche dei mesi scorsi avrebbero fatto propendere il manager del Lingotto per la decisione di spostare la produzione della nuova Sebring negli USA, probabilmente nello stabilimento di Sterling Heights nei pressi di Detroit, dando così una dura risposta ai sindacati e a parte del mondo politico ma rischiando serie ricadute dal punto di vista occupazionale nel settore dell'auto in Italia. A questo punto ci si interroga sul futuro di Mirafiori, uno degli impianti "candidati" a produrre la nuova berlina e in cui adesso potrebbe essere prodotta la nuova Alfa Giulia, l'erede della 159 che con la Sebring condivide il pianale.

La Sebring sarà venduta in Europa con marchio Lancia ed erano in molti a vedere nella sua produzione in Italia un tentativo di rilancio e un atto di fiducia verso gli stabilimenti italiani del gruppo Fiat. Proprio per questo la decisione, sicuramente inaspettata, innescherà con ogni probabilità ulteriori accese polemiche che vedranno ancora una volta la Fiat e il suo amministratore delegato al centro delle accuse di sindacati, lavoratori del settore e dei principali rappresentanti politici.

Se vuoi aggiornamenti su CHRYSLER SEBRING inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Giuseppe Cutrone | 05 agosto 2010