Bmw M5 507 CV addio: è passata un’altra era

La Bmw M5 esce definitivamente di scena a due mesi dalla presentazione della nuova generazione F10 V8 dopo aver fatto registrare bei numeri

Bmw M5 507 CV addio: è passata un'altra era

Tutto su: BMW Serie 5

di Andrea Tomelleri

08 luglio 2010

La Bmw M5 esce definitivamente di scena a due mesi dalla presentazione della nuova generazione F10 V8 dopo aver fatto registrare bei numeri

Dopo cinque anni di onorata carriera e vendite da record, Bmw ha annunciato la fine della produzione della M5 (sia berlina, sia station) sigla di progetto E60. Entro poche settimane al Salone di Parigi sarà svelato il nuovo modello, che sarà in vendita dai primi mesi del 2011.

Equipaggiata con il poderoso V10 di 5 litri sviluppato dalla divisione Motorsport, l’attuale M5 eroga 507 CV a 7750 giri e sviluppa una coppia massima di 6100 giri/min, gestita egregiamente da un cambio robotizzato a sette marce. La velocità è (ufficialmente) autolimitata a 250 km/h e l’accelerazione da 0 a 100 km/h avviene in soli 4,7 secondi.

La M5 E60 è stata prodotta dal 2006 al 2010 e si è dimostrata la generazione più venduta dalla nascita della prima versione M nel 1984. Sono infatti ben 20.548 le unità prodotte (696 destinate all’Italia) di cui 1.025 nella carrozzeria Touring.[!BANNER]

Contrariamente a quanto speravano i fan Bmw, non ci sarà alcuna serie speciale per celebrare l’uscita di produzione di un modello tanto fortunato, lasciando allo stato di prototipo la M5 CLS da 580 CV presentata l’anno scorso. Si passerà invece direttamente alla nuova M5 F10, che monta un più piccolo motore V8: l’attuale generazione resterà quindi l’unica ad aver adottato l’architettura V10.