Le strade calde da evitare nel weekend

Nove milioni di italiani approfitteranno del weekend del 4 e 5 luglio per regalarsi la prima vacanza estiva. In serata previsto traffico in aumento

Le strade calde da evitare nel weekend

di Francesco Giorgi

02 luglio 2010

Nove milioni di italiani approfitteranno del weekend del 4 e 5 luglio per regalarsi la prima vacanza estiva. In serata previsto traffico in aumento

Sono quasi 9 milioni gli italiani che, questo fine settimana, lasceranno la propria abitazione per tuffarsi nel primo esodo della stagione. Di questi, secondo le stime di Telefono Blu, 3,8 milioni approfitteranno del weekend per andare in vacanza, mentre per 5 milioni si tratta di raggiungere la seconda casa o le mete turistiche principali.

Inevitabile, quindi, un certo appesantimento del traffico autostradale, che si preannuncia sostenuto nonostante gli aumenti scattati ieri.

Secondo le prime rilevazioni, fra le principali direttrici in queste ore il traffico più sostenuto si segnala sulla Milano-Laghi, sulla A1 Bologna-Firenze in direzione sud e dal Bivio della A1 e la A11 Firenze-Pisa Nord e Firenze Certosa.[!BANNER]

In serata, e nella mattinata di domani, il traffico, pur senza raggiungere livelli da “bollino rosso”, potrà intensificarsi, soprattutto in prossimità delle città principali e delle località balneari (Versilia, Riviera di Ponente, litorale marchigiano, Campania, Puglia e Sicilia), dove è previsto il 65% degli arrivi.

I dati sullo spopolamento dei grandi centri urbani lo confermano: la città più “vuota”, in questo weekend sarà Milano, “abbandonata” dal 29% della popolazione, seguita da Roma (25%), Bologna (24%), Torino (21%), Verona (20%), Firenze (18%) e Genova (15%).