Honda, Cina: dopo lo sciopero, stipendi su

Dopo 2 settimane di agitazione, i 1.900 dipendenti di uno stabilimento Honda in Cina sono tornati al lavoro. Con un salario da 300 euro/mese

Gli scioperi dei lavoratori presso gli stabilimenti della Honda in Cina hanno portato la casa giapponese ad alcune concessioni, la più importante delle quali è l'incremento del 24% dello stipendio. In realtà i rappresentanti delle maestranze che operano presso la sede di Pechino chiedevano addirittura un 53% in più in modo da raggiungere i 337 dollari al mese (meno di 300 euro), per andare di pari passo con l'aumento del costo della vita che nel paese orientale si fa sempre più elevato.

Le proteste erano iniziate il 17 maggio scorso in seguito al licenziamento di 2 dipendenti e avevano portato a una serrata dei cancelli dello stabilimento da parte dei 1.900 dipendenti che ora, dopo gli aumenti promessi, sono ritornati al lavoro permettendo di continuare la produzione che si era temporaneamente fermata. Agenzie locali riportano che alcune decine di lavoratori rifiutano l'accordo e cercano di interrompere nuovamente l'attività che, in caso di stop, colpirebbe anche gli altri 3 stabilimenti che Honda ha in Cina e che da qui ricavano le componenti essenziali per l'assemblaggio dei veicoli.

Tan Guocheng, uno dei leader della protesta, ha detto che i lavoratori hanno iniziato l'agitazione perché la paga non era sufficiente a mantenersi. La speranza è che anche il governo ora presti maggiore attenzione al problema salariale che affligge un po' tutto il paese e che rende conveniente per molte aziende straniere investire nella produzione, soprattutto automobilistica.

Se vuoi aggiornamenti su HONDA inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Andrea Barbieri Carones | 01 giugno 2010

Altro su Honda

Honda Civic Type R: a Ginevra il modello definitivo
Anteprime

Honda Civic Type R: a Ginevra il modello definitivo

Presenta un motore 2 litri sovralimentato da circa 300 CV ed una grande cura aerodinamica

Nuova Honda Civic Type R, 2.0 turbo da 320 cavalli
Anteprime

Nuova Honda Civic Type R, 2.0 turbo da 320 CV

La nuova Honda Civic Type R sfoggia un’aerodinamica ancora più curata e un motore turbo da 320 CV.

Honda HR-V 1.6 i-DTEC: la prova su strada
Prove su strada

Honda HR-V 1.6 i-DTEC: la prova su strada

Al volante del crossover giapponese dinamico e versatile