Toyota: multa pagata e 11.500 richiami Lexus

Toyota richiama 11.500 Lexus LS460 ed LS600 per problemi allo sterzo. La misura riguarda auto vendute in Giappone, Europa, Cina e Usa

Toyota: multa pagata e 11.500 richiami Lexus

Tutto su: Lexus LS 460

di Andrea Barbieri Carones

19 maggio 2010

Toyota richiama 11.500 Lexus LS460 ed LS600 per problemi allo sterzo. La misura riguarda auto vendute in Giappone, Europa, Cina e Usa

Toyota ha pagato i 16,4 milioni di dollari alle autorità statunitensi, che l’avevano multata per aver taciuto i malfunzionamenti tecnici di alcune auto, con grave rischio per l’incolumità degli utenti. Questa che è la più alta sanzione data a una Casa automobilistica è stata pagata senza ricorsi e senza proteste da parte dell’azienda, il cui obiettivo è quello di rimanere al vertice delle vendite mondiali senza troppi clamori.

Intanto, però, giunge notizia di un altro richiamo da parte del costruttore giapponese, che ha coinvolto 11.500 Lexus LS per problemi allo sterzo che sono stati riscontrati su 12 esemplari.[!BANNER]

La misura ha coinvolto 4.500 unità distribuite nel Sol Levante e altre 7.000 fra Europa, Cina e Stati Uniti. Rispetto ai circa 9 milioni di modelli richiamati in passato per problemi all’acceleratore, questa cifra può sembrare insignificante, ma lo è meno se si pensa che riguarda il modello di punta del gruppo, ossia tutte e 4 le versioni della LS che rappresentano il fiore all’occhiello delle auto nipponiche: i modelli a benzina LS460 e LS460L e quelli ibridi LS600H e LS600HL.

Intanto i responsabili finanziari della Casa madre hanno calcolato che il costo di questi richiami (quelli odierni e quelli passati) incideranno sul bilancio per 1,37 miliardi di euro, cifra inferiore alle previsioni ma comunque elevata anche per un colosso come il gruppo Toyota.