La Francia fissa gli incentivi per il 2011

L’Eliseo mette nero su bianco gli importi previsti per sostenere il settore e i limiti di emissioni delle auto

La Francia fissa gli incentivi per il 2011

di Lorenzo Stracquadanio

14 maggio 2010

L’Eliseo mette nero su bianco gli importi previsti per sostenere il settore e i limiti di emissioni delle auto

La Francia fissa gli incentivi per il 2011

Mentre l’Italia si prepara alla tempesta, causa mancanza incentivi – secondo il centro studi Promotor nel 2010 il fatturato del settore calerà di 6,4 miliardi di euro (-17,4%) rispetto al 2009 – al di là delle Alpi i cugini francesi si muovono in senso opposto. 

L’Eliseo ha reso noti ufficialmente i dettagli del programma di incentivi ecologici previsti per il 2011, leggermente rivisti rispetto alla prima stesura del testo in un’ottica di contenimento del budget. Il programma previsto dal Governo prevede un bonus di 5.000 euro da destinare esclusivamente ai veicoli con emissioni di Co2 inferiori ai 60 g/km. A questo si affianca il contributo da 1.000 euro che gli automobilisti potranno ottenere se la vettura ha un livello di emissioni nocive compreso fra i 61 e i 90 g/km.[!BANNER]

Per i veicoli con emissioni comprese fra 91 e 110 g/km il contributo è stato fissato in 500 euro, mentre sarà praticamente nullo – solo 100 euro – il bonus destinato ai modelli con emissioni comprese tra 111 e 120 g/km. 

Rispetto alla prima bozza del programma, l’Eliseo ha abbassato di 5 g/km le soglie di accesso agli incentivi – dai 126 g/km del 2010 ai 120 g/km del 2011 – abbassando l’asticella perché i veicoli possano definirsi eco-compatibili. All’inizio del 2010 inoltre la Francia aveva già rivisto i valori dei bonus, scendendo nelle fasce più diffuse da 700 a 500 euro e da 200 a 100 euro.

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...