Legambiente e Governo: via le auto dal Colosseo

Un'isola pedonale e archeologica attorno al complesso dell'Anfiteatro Flavio "minato dallo smog". Serve una riqualificazione urbanistica

Un'isola pedonale attorno al Colosseo: una proposta che piace a Legambiente e al Governo, per una volta alleati. La goccia che ha fatto traboccare il vaso è lo stato di pericolo nel quale versa il complesso, e i crolli strutturali che si sono verificati pochi giorni fa.

Per questo, l'associazione ambientalista e alcuni rappresentanti di Palazzo Chigi chiedono che, al posto delle auto, nell'area attorno al Colosseo venga creata un'area da dedicare ai pedoni. Uno spazio archeologico che trasformi il monumento più visitato della Capitale (più di 5 milioni i turisti nel 2009) da "spartitraffico privilegiato" a sito interdetto ai veicoli.

"Altro che parchi a tema, il patrimonio culturale della città va in frantumi - osserva Cristiana Avenali, numero uno della sezione Lazio di Legambiente - Per fermare questo scempio, occorre accelerare sul completamento della metropolitana, aumentare le linee tramviarie e l'afflusso dei treni, incentivare il car charing e il bike sharing, elettrificare il trasporto pubblico nel centro storico. Non si può pensare di continuare così, con un continuo rischio di crolli".

Se vuoi aggiornamenti su LEGAMBIENTE E GOVERNO: VIA LE AUTO DAL COLOSSEO inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Giorgi | 12 maggio 2010

Vedi anche

PSA-Opel: le posizioni dei governi francese e tedesco

PSA-Opel: le posizioni dei governi francese e tedesco

La trattativa per la cessione di Opel a PSA ha attirato l'attenzione della politica e dei governi coinvolti.

Ecco le città più trafficate al mondo nel 2016

Ecco le città più trafficate al mondo nel 2016

Dall’Europa all’Asia, all’America: il TomTom Traffic Index passa al setaccio il grado di congestionamento urbano. E si scopre che Palermo…

Auto e moto: cos

Auto e moto: cos'è il "foglio unico" di circolazione?

Addio carta di circolazione e certificato di proprietà: i dati potrebbero essere accorpati in un unico documento.